Visualizzazione post con etichetta libertà d'infomazione. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta libertà d'infomazione. Mostra tutti i post
martedì, maggio 15, 2018

Arte per la libertà, il festival della creatività per i diritti umani

Per il secondo anno successivo, da aprile a settembre i territori del Polesine e del Delta del Po diventano la scenografia ideale di un nuovo importante evento culturale, Arte per la Libertà.

Amnesty - Promosso dall’Associazione Culturale Voci per la Libertà quale significativa evoluzione dei vent’anni di esperienza maturata nell’organizzazione dei festival “Voci per la LibertàUna Canzone per Amnesty” e “DeltArte – il Delta della creatività”, il festival è un intenso viaggio nell’arte giovanile a favore dei diritti umani
... (continua)
venerdì, maggio 11, 2018

Cinema: l'Egitto censura "Razzia"

Motivo? Racconta una mobilitazione di cittadini poveri e marginalizzati in cerca di giustizia ‎che ricorda troppo la rivoluzione del 2011.

di Monica Macchi

Nena News  – Ancora un caso di censura in Egitto questa volta relativo al cinema: il comitato di controllo delle ‎opere artistiche egiziane ha fatto sapere di aver vietato il film Razzia di Nabil Ayouch (la cui prima ‎era fissata per il 16 aprile e l’uscita ufficiale il 18) perché, come citato dal sito di informazione ‎Middle East Eye, “racconta una mobilitazione di cittadini poveri e marginalizzati in cerca di giustizia ‎che ricorda troppo la rivoluzione del 2011”. Inoltre due dei personaggi del film... (continua)
giovedì, ottobre 19, 2017

Il “ Premio Italia diritti umani 2017”

Grande successo a Roma del “Premio Italia diritti umani 2017”, giunto alla sua 16.ma edizione. La manifestazione della consegna dei premi si è svolta Domenica 15 ottobre 2017 a Roma, nell’Aula Magna della facoltà valdese di teologia. 

di Virgilio Violo

Il Premio organizzato dalla Free Lance International Press , con la collaborazione di Amnesty International (sezione italiana) e Cittanet, è nato per dar voce agli ultimi. Neria De Giovanni, Presidente dell’Associazione Internazionale dei Critici Letterari, è stata la moderatrice e presentatrice del premio. Gli interventi sono stati di Antonio Cilli, Cittanet founder, network di siti locali sparsi un po’ in tutta Italia, il quale ha svolto una relazione su gli” infomakers”; Dario Lo Scalzo, redattore dell’agenzia di stampa internazionale Pressenza, ha parlato del “Giornalismo militante e la lotta per il rispetto dei Diritti Umani “;di Giorgio Fornoni, vice presidente della Free Lance International Press e pilastro della trasmissione Report di Rai 3... (continua)
mercoledì, aprile 26, 2017

L’informazione vera esiste ancora. Radio BR2 di Filippo D’agostino ce lo dimostra.

Radio BR2 è una radio di 'frontiera' condotta da un caparbio Filippo D'Agostino, che con coraggio avvalendosi a pieno della libertà d'informazione difende i liberi cittadini da fatti e misfatti, senza condizionamenti. 

intervista a cura di Virgilio Violo

Da quarant’anni si dedica all’informazione radiofonica e, c’è da dire, che se i media prendessero esempio da Filippo D’Agostino, vivremmo nel benessere diffuso, in un paese dove la giustizia non verrebbe considerata ingiustizia, dove i politici servirebbero il popolo e non loro stessi e la questione della criminalità verrebbe risolta alla grande. Filippo D’agostino è il titolare di “Radio BR2”, che trasmette da Sant’Arcangelo, paese di 6.500 anime in provincia di Potenza. E’ ben voluto da tutti, sa come si fa una radio, sa bene che i migliori giornalisti sono le persone che da quarant’anni ascoltano le sue trasmissioni, rifiuta qualsiasi tessera di partito, compresa quella dell’ordine dei giornalisti: è per la libera informazione senza se e senza ma. Dal 2005 è socio della Free Lance International Press... (continua)
mercoledì, ottobre 05, 2016

Quotidiani online, finalmente c’è il riconoscimento giuridico

La nuova legge dell’editoria approvata ieri dal Parlamento accoglie le istanze presentate dall’Associazione nazionale stampa online. Il presidente ANSO Marco Giovannelli: «I quotidiani on line sono un pilastro imprescindibile dell’informazione: adesso si dia corso all’attuazione della legge»

La nuova legge sull’editoria, approvata in terza lettura ieri dalla Camera dei deputati, introduce per la prima volta una definizione precisa del quotidiano online. Questo apre importanti prospettive al mondo dell’editoria digitale. Il legislatore, tra le altre cose, è intervenuto per disporre un’aggiunta all’articolo 1 della legge 7 marzo 2001, n. 62, "Nuove norme sull’editoria e sui prodotti editoriali” che definisce i prodotti editoriali. Ai “classici” aggiunge il “quotidiano on line” e per questo «si intende quella testata giornalistica:... (continua)
giovedì, luglio 21, 2016

Turchia, presto la sospensione della Convenzione europea per i Diritti Umani e la proclamazione dello stato d'emergenza

Non si ferma il contro-golpe del presidente Erdogan. Proseguono gli arresti di attivisti e reporter, mentre si starebbero diffondendo su Twitter delle liste nere. Oggi la ratifica sullo stato di emergenza.

La Turchia si appresta ad inasprire le ritorsioni contro qualunque possibile oppositore al regime di Erdogan. Ad annunciarlo stavolta è il vice premier Numan Kurtulmus ai microfoni di CnnTurk: "La Turchia sospenderà la Convenzione europea sui diritti umani, come ha fatto la Francia", a seguito della dichiarazione dello stato d’emergenza dopo la strage di Parigi del 13 novembre... (continua)
mercoledì, luglio 20, 2016

Turchia, Wikileaks pubblica 295mila mail del partito di Erdogan

L'archivio è consultabile sul sito web, come risposta alle epurazioni del governo. Già avviata l'analisi alla ricerca d'informazioni sul tentato golpe.

Wikileaks, l'organizzazione di whistleblowing fondata da Julian Assange, ha pubblicato sul proprio sito internet centinaia di migliaia di mail del partito turco di governo, l'Akp. Sono esattamente 295.548 i messaggi di posta elettronica raccolti, un archivio sterminato che verrà ora passato al setaccio in cerca di informazioni sul tentato colpo di stato... (continua)
sabato, luglio 16, 2016

Il golpe turco e i media: come la tecnologia rivoluziona anche i colpi di stato

Il presidente turco, da sempre avverso ai social e ai mezzi d'informazione, chiede ai cittadini di scendere in piazza attraverso il programma di videochiamata di Apple nel corso di un’intervista con la Cnn turca. Si tratta del primo golpe fallito attraverso i network.

di Lorenzo Carchini

Mentre più di mille golpisti vengono arrestati ed i lealisti cantano per le strade "Allah Akbar", risalta la dicotomia tecnologica tra il blocco e il rallentamento dei social network e l'utilizzo di FaceTime, da parte di Erdogan, per invitare il popolo a scendere in piazza. Sullo sfondo del fallito colpo di Stato in Turchia si trova un modello di comunicazione e fare informazione destinato a passare alla storia... (continua)
giovedì, aprile 07, 2016

Fico, Presidente di vigilanza Rai, a 24Mattino su Radio 24

Vespa non può parlare di dieta Mediterranea e il giorno dopo avere il figlio di Riina.

 “Abbiamo valutato di poter fare un atto generale di indirizzo per normare la venuta di alcuni ospiti in modo da tutelare il senso di servizio pubblico”. Così il Presidente di Vigilanza Roberto Fico ospite a 24Mattino su Radio 24 parlando della polemica che ha investito Porta a Porta per l’intervista al figlio di Riina. “La decisione se un ospite può intervenire oppure no - ha specificato il deputato del M5S - è del giornalista insieme alla direzione generale, non della Vigilanza che, secondo me non può mettere bocca... (continua)
mercoledì, aprile 06, 2016

Vespa giustifica la sua intervista a Salvo Riina: conoscere mafia per combatterla

In onda su Rai1 la discussa intervista al figlio di Totò Riina. 

Salvo Riina: "Non lo condivido, perché è mio padre, mi hanno portato via mio padre, non potrei condividerlo". "Tra poco trasmetteremo l'intervista a un mafioso. E' Salvo Riina, il figlio di Totò Riina, capo dei capi della mafia". Così Bruno Vespa all'inizio di Porta a Porta lancia l'intervista a Riina jr e sottolinea: "Un ritratto sconcertante, certo, ma per combattere la mafia - che tuttora è potente e gode di protezione diffuse- bisogna conoscerla. E per conoscerla meglio c'è bisogno a nostro avviso anche di interviste come questa" conclude Vespa... (continua)
martedì, marzo 22, 2016

Il giudice assolve Barbara D'Urso. Allora a cosa serve l'Ordine dei giornalisti?

Ordine dei giornalisti: se per il giudice si può fare un’ottima trasmissione televisiva senza essere iscritti a questo, allora a cosa serve? 

di Virgilio Violo

F.l.i.p. - In un paese dove vigono ancora le corporazioni medievali tutto tende a perpetuarsi. Questa volta è il caso dell’ordine dei giornalisti nostrano, unico al mondo. Circa un anno e mezzo fa, lancia in spalla il presidente, Enzo Jacopino, aveva denunziato la conduttrice televisiva Barbara D’Urso per “abuso di professione giornalistica”, reato che lo stesso ordine vuole punito con il carcere fino a 2 anni... (continua)
mercoledì, marzo 16, 2016

Qatar, rilasciato il "poeta dei gelsomini"

Dopo oltre quattro anni di appelli, Mohamed al-'Ajami, conosciuto anche come Ibn al-Dheeb e il "poeta dei gelsomini" è stato rilasciato il 15 marzo 2016 dalle autorità del Qatar.  

Amnesty - Mohamed al-'Ajami era stato arrestato il 16 novembre 2011 per fatti risalenti a oltre un anno prima. Nell'agosto 2010, mentre si trovava al Cairo dove stava studiando Letteratura araba, aveva svolto un reading privato nella sua abitazione recitando versi della tradizione poetica Nabati. A sua insaputa, uno dei presenti aveva postato il reading su YouTube, dando luogo a un'enorme diffusione virale... (continua)
mercoledì, febbraio 25, 2015

LPL News24 chiude per un po'...


Cari lettori, 
dopo tanti anni di ininterrotto lavoro, svolto con passione ed impegno, per cause di forza maggiore siamo costretti a sospendere la pubblicazione delle news quotidiane, per circa un mese.

Speriamo di poter tornare al più presto a raccontarvi le notizie dall'Italia e dal mondo, superando le enormi difficoltà che hanno minato la sopravvivenza del nostro giornale, così come abbiamo sempre fatto e con ancora più energia e passione di prima.

Resterà aperta la pagina Facebook di LPL News24 che voi stessi, se vorrete, potrete aninare, pubblicando sulla bacheca le notizie che più ritterrete interessanti. Così il giornale potrà, sia pur in modo diverso, restare sempre attivo.

Arrivederi a presto!
 Il Direttore  
Fabio Gioffrè
... (continua)
martedì, febbraio 10, 2015

La Libia non è un paese per giornalisti

In un rapporto presentato ieri a Tunisi, l’Ong statunitense Human Rights Watch ha denunciato le minacce, le aggressioni, i rapimenti e le uccisioni che subiscono gli operatori dell’informazione nel Paese. Accusate le autorità libiche per il “clima di impunità”.

Nena News - I giornalisti nella Libia post-rivoluzionaria sono sotto costante minaccia di attacchi e hanno perso quel po’ di libertà di stampa concessa ai tempi del regime di Mu’ammar Gheddafi. E’ quanto emerge da un rapporto di 54 pagine dal titolo “Guerra ai media: giornalisti sotto attacco in Libia” presentato ieri in Tunisia da Human Rights Watch (HRW). Secondo quanto riferisce l’Ong statunitense, gli operatori dell’informazione in Libia sono “aggrediti, rapiti e uccisi impunemente”... (continua)
domenica, gennaio 18, 2015

Un francese su due è contrario alle vignette che offendono l'Islam

I francesi non gradiscono le vignette offensive contro l'Islam 

Quasi la metà dei francesi (42%) è contrario alla pubblicazione delle vignette satiriche sull'Islam, mentre il 50% è favorevole ad una limitazione della libertà di espressione su internet. E' quanto emerge da un sondaggio pubblicato dal Journal De Dimanche. Inoltre, l'81% degli intervistati è favorevole a privare della cittadinanza francese coloro che hanno doppia cittadinanza e compiono atti di terrorismo in Francia. Il 68% chiede il divieto di ritorno in patria per chi è andato a combattere con gruppi terroristici... (continua)
martedì, gennaio 13, 2015

"Siamo tutti francesi, siamo tutti europei"

I Giornalisti europei di Eurcom uniti contro il terrorismo

Siamo tutti francesi. Ma anche “siamo tutti europei”. Viene da dirlo dopo la strage di Parigi che non solo ha portato un durissimo colpo alla Francia, ma all’insieme dei valori e del mondo culturale che alimenta l’Europa tutta. Quanto è successo non è solo un attacco di terroristi a quello che hanno identificato come un bersaglio ideologico – il giornale che aveva diffuso le vignette su Maometto – ma uno scontro vero e proprio tra modi di vedere il mondo e l’uomo. Non c’entra l’Islam, la cui caricatura fondamentalista fa danno soprattutto ai credenti. Piuttosto ci troviamo di fronte all’esplosione delle radicali contraddizioni della nostra civiltà, alimentata dal mito del più forte... (continua)
martedì, ottobre 28, 2014

Bahrein: difensore dei diritti umani rischia tre anni per tweet "offensivi"

Nabeel Rajab, presidente del Centro per i diritti umani del Bahrein e direttore del Centro per i diritti umani del Golfo, rischia fino a tre anni di carcere se, il 29 ottobre, verrà giudicato colpevole di aver offeso via Twitter i ministri dell'Interno e della Difesa.

Amnesty - Amnesty International considera Rajab un prigioniero di coscienza e chiede sia rilasciato immediatamente e senza condizioni. "Condannare Rajab sarebbe una terribile ingiustizia e un'ulteriore prova che il rispetto del diritto alla libertà d'espressione in Bahrein è sotto attacco" - ha dichiarato Hassiba Hadj Sahraoui, vicedirettrice del programma Medio Oriente e Africa del Nord di Amnesty International... (continua)
lunedì, ottobre 20, 2014

Al via dal 1° novembre il nuovo week end di Radio 24 con oltre 11 ore di diretta

Si arricchisce la programmazione a firma del direttore Roberto Napoletano. Ai blocchi di partenza: Oscar Giannino con “I conti della belva”, Marta Cagnola con “Il sabato del villaggio”, più spazio allo sport con Genta, Pardo, Capuano in “Tutti convocati we”e la partecipazione dell’imitatore Andro Merkù, Dario Ricci con “Olympia”, Gianluca Nicoletti con “Il treno va”, Matteo caccia con “Voi siete qui: i diari. 

“Con questa programmazione si completa il rafforzamento del palinsesto di Radio 24 iniziato un anno fa ed indirizzato ad un pubblico più ampio. Oltre 7 ore di diretta al sabato focalizzate sui temi della società, dei costumi, della musica, degli spettacoli, dei film, e della lettura, tanto da risultare una guida indispensabile e di servizio, con la serietà dei contenuti - dna del Sole 24 Ore raaccontati con un linguaggio pop mantenendo il ritmo e la passione di Radio 24.” Roberto Napoletano... (continua)
venerdì, ottobre 17, 2014

Informazione: Illuminare le periferie del mondo

Perché i media cancellano le periferie del mondo? Se lo chiede Articolo21 che organizza il 17 e 18 ottobre ad Assisi un convegno alla vigilia della ventesima edizione della Marcia per la Pace Perugia-Assisi. 

L'iniziativa è promossa in collaborazione con la rivista San Francesco Patrono d'Italia e la Tavola della Pace. "Un'iniziativa - afferma il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti - che partendo dalle parole più volte utilizzate da Papa Francesco, si propone di individuare la geografia di queste periferie e verificare quale possa essere il ruolo dei media, vecchi e nuovi, nazionali e locali, nel dare voce e volto ai tanti mondi oscurati o cancellati". Il programma dell'iniziativa è sul sito www.sanfrancesco.org ... (continua)
venerdì, ottobre 03, 2014

Presentato a Milano il Quarto Osservatorio dell'editoria religiosa in Italia

Si svolgerà oggi, venerdì 3 ottobre, a Milano, presso l’ITL, la conferenza stampa di presentazione del 4° Osservatorio sull’editoria religiosa in Italia. Nando Pagnoncelli parlerà dell’indagine IPSOS sugli atteggiamenti degli italiani verso la religione e l’editoria religiosa; Giovanni Peresson dell’Ufficio Studi di AIE farà il confronto tra il mercato dell’editoria cattolica e quello generale; Giorgio Raccis, direttore di Rebeccalibri, presenterà il Report del 2°Q 2014.

Come ogni anno gli editori cattolici si ritrovano per l’appuntamento con l’Osservatorio sull’editoria religiosa, giunto al suo quarto anno e promosso da UELCI (Unione editori e librai cattolici italiani). Senza timori e con coraggio, il mondo del libro cattolico (fatto di editori, librai e distributori) discute, analizza e valuta quanto sta accadendo nel mercato del libro religioso, senza nascondersi tutte le poste che sono in gioco ... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa