Visualizzazione post con etichetta papa Francesco. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta papa Francesco. Mostra tutti i post
lunedì, aprile 24, 2017

Il Papa al Regina Caeli, nella festa della Divina Misericordia: prima missione della Chiesa è perdonare

Nella domenica della Divina Misericordia, il Papa sottolinea che la violenza, il rancore, la vendetta non hanno alcun senso e chi nutre tali sentimenti ne resta vittima. Il servizio di Roberta Gisotti: ascolta

Radio Vaticana - Dobbiamo a san Giovanni Paolo II – ha ricordato Papa Francesco – la scelta nell’Anno 2000 di dedicare alla Divina Misericordia questa domenica, chiamata una volta in albis, in riferimento alla veste bianca, alba, indossata per una settimana da quanti avevano ricevuto il Battesimo nella Veglia pasquale.

"E’ vero, è stata una bella intuizione! Da pochi mesi abbiamo concluso il Giubileo straordinario della Misericordia e questa domenica ci invita a riprendere con forza la grazia che proviene dalla misericordia di Dio"... (continua)
giovedì, aprile 20, 2017

Esclusiva, Tubani (Acs-Italia): “La persecuzione religiosa ha una dinamica nota”

Massimiliano Tubani, Responsabile Ricerca e Pubbliche relazioni di ACS-Italia, fa un bilancio di una tra le più attive organizzazioni in difesa dei più deboli. Sul fenomeno delle spose bambine? “Una forma particolarmente odiosa di violenza”.


Intervista di Dario Cataldo

Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) è un'associazione di Diritto Pontificio, che sostiene la Chiesa in ogni parte del mondo, laddove c'è dolore e diritti negati. Massimiliano Tubani, in esclusiva per Lpl News24, fa un bilancio di ciò che Acs ha fatto in 70 anni di storia e di quello che ancora c'è da fare in favore dei cristiani perseguitati. Particolare attenzione è riservata a donne e bambini, i quali subiscono atroci angherie in nome della violenza gratuita. "C’è chi si schiera e si impegna" e Acs è in trincea in difesa dei cristiani dimenticati dalla società... (continua)
martedì, aprile 18, 2017

Il Papa: gesti di solidarietà e accoglienza, alimentare il desiderio di pace

“Gesti di solidarietà e accoglienza”. Li ha chiesti il Papa nel Regina Caeli per il Lunedi dell’Angelo, in cui la Chiesa ricorda l’annuncio della Resurrezione.

Radio Vaticana - Francesco ha affermato che siamo chiamati ad essere uomini e donne nuovi secondo lo Spirito. In un tweet, ha ricordato: "Sì, ne siamo certi: Cristo è davvero risorto". Alessandro Guarasci: ascolta

Il Papa esorta i fedeli a “fare presto”, ad “andare” ad annunciare agli uomini e alle donne del nostro tempio il messaggio di speranza che la resurrezione di Gesù porta con sé. Dunque, “l’ultima parola non è più della morte, ma della vita!”. Francesco ricorda che “in forza di questo evento, che costituisce la vera e propria novità della storia e del cosmo, siamo chiamati ad essere uomini e donne nuovi secondo lo Spirito, affermando il valore della vita. C'è la vita, Questo è già incominciare a risorgere!”:... (continua)
venerdì, aprile 14, 2017

Stasera alle 21.15 il Papa al Colosseo per la Via Crucis

Oggi Venerdì Santo, secondo giorno del Triduo Pasquale, la Chiesa medita la Passione di Cristo. Il Servizio di Tiziana Campisi: ascolta

Radio Vaticana - Giorno di digiuno e astinenza dalle carni, il Venerdì Santo è caratterizzato dal silenzio. Le campane non suonano in segno di lutto e non si celebra l’Eucaristia ma si ricorda la crocifissione e morte di Gesù con la Liturgia della Parola, l’adorazione della Croce e il rito della Comunione. Il Papa presiederà questa celebrazione della Passione del Signore alle ore 17 nella Basilica di San Pietro: a tenere l’omelia sarà il predicatore della Casa Pontificia, il padre cappuccino Raniero Cantalamessa... (continua)
mercoledì, aprile 12, 2017

Papa Francesco all'udienza generale: chi ama perde potere

Papa Francesco ha tenuto l’udienza generale in Piazza San Pietro, alla vigilia del Triduo Pasquale, svolgendo la sua catechesi sul tema “Speranze del mondo e speranza della Croce”. Il servizio di Sergio Centofanti: ascolta

Radio Vaticana - La speranza nasce dalla Croce. La speranza cristiana - spiega Papa Francesco - “nasce dalla Croce”. E’ diversa dalle speranze terrene, perché queste crollano, mentre la speranza che guarda il Cristo crocifisso “dura fino alla vita eterna”. E’ “una speranza nuova” che matura come un “seme piccolo”, come un chicco di grano che produce molto frutto se muore. E’ ciò che ha fatto Gesù: a Pasqua ha dato la sua vita, trasformando “il nostro peccato in perdono, la nostra morte in risurrezione, la nostra paura in fiducia”. Ecco perché “sulla croce, è nata e rinasce sempre la nostra speranza; ecco perché con Gesù ogni nostra oscurità può essere trasformata in luce... (continua)
lunedì, aprile 10, 2017

Papa Francesco: attenzione a uso distorto biotecnologie

Attenzione all’uso distorto delle biotecnologie: esse siano al servizio di una vita dignitosa per tutti e vi sia armonia fra le istanze scientifiche, economiche ed etiche.

Radio Vaticana - E’ il monito e l’auspicio che Papa Francesco stamani ha rivolto ai circa 30 membri del Comitato Nazionale per la Biosicurezza, le Biotecnologie e le Scienze della Vita, ricevuti in udienza in Vaticano. Istituito 25 anni fa presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il Comitato ha come compito quello di supportare il Governo nell’adozione di indirizzi scientifici, economici e sociali su queste materie. Il servizio di Debora Donnini: ascolta

L’uomo è chiamato a coltivare e a custodire il giardino del mondo, come dice il racconto della Genesi ... (continua)
giovedì, aprile 06, 2017

Papa: fermiamoci un po' per scoprire l'amore di Dio nella nostra storia

Dio è sempre fedele alla sua alleanza: è stato fedele con Abramo e alla salvezza promessa in suo Figlio Gesù.

Radio Vaticana - Così il Papa nell’omelia della Messa mattutina a Casa Santa Marta. Francesco esorta a fermarsi oggi, per dieci minuti, e pensare alla propria storia per scoprire la bellezza dell’amore di Dio, anche nelle prove. Il servizio di Debora Donnini:

Abramo, al centro della liturgia odierna, è la figura attorno alla quale si snoda l’omelia di Francesco. Nella Prima lettura si narra, infatti, dell’alleanza che Dio fece con Abramo, chiamato “padre” da Gesù e dai farisei, nel Vangelo di oggi, perché è colui che iniziò a generare “questo popolo che oggi è la Chiesa”... (continua)
mercoledì, aprile 05, 2017

Strage in Siria, appello Papa alla comunità mondiale

È “ferma” e incisiva la deplorazione del Papa per quanto avvenuto ieri in Siria.

All'indomani della "inaccettabile strage avvenuta nella provincia di Idlib", Papa Francesco ha rinnovato il suo appello alla comunità internazionale.

Le parole del Papa: “Prego per le vittime e i loro familiari e faccio appello alla coscienza di quanti hanno responsabilità politiche, a livello locale e internazionale, affinché cessi questa tragedia e si rechi sollievo a quella cara popolazione da troppo tempo stremata dalla guerra. Incoraggio, altresì, gli sforzi di chi, pur nell’insicurezza e nel disagio, si sforza di far giungere aiuto agli abitanti di quella regione”... (continua)
lunedì, aprile 03, 2017

Papa: con misericordia e perdono, Gesù è pienezza della legge

Gesù, che giudica “con misericordia”, è la “pienezza” della legge. Così Papa Francesco nella consueta Messa mattutina a Casa Santa Marta, invitando a non giudicare “nel cuore gli altri” ma a perdonare. Il servizio di Giada Aquilino: ascolta

Radio Vaticana - Di fronte a peccati e corruzione, è Gesù la sola “pienezza della legge”. Papa Francesco nell’omelia della Messa a Casa Santa Marta riflette sull’odierno Vangelo di Giovanni che propone il brano in cui Cristo, a proposito della donna sorpresa in adulterio, dice a chi l’accusa: “Chi di voi è senza peccato, getti per primo la pietra contro di lei”. Il Pontefice si sofferma anche sulla Lettura, tratta dal libro del profeta Daniele, dedicata a Susanna, verso la quale due anziani giudici del popolo avevano orchestrato un “adulterio finto, fittizio”, spiega il Papa. Lei, aggiunge, è costretta a scegliere tra la “fedeltà a Dio e alla legge” e “salvare la vita”: era comunque fedele al marito, osserva Francesco, anche se forse era una donna che aveva altri peccati, “perché tutti siamo peccatori” e “l’unica donna che non ha peccato è la Madonna”. Nei due episodi s’incontrano dunque “innocenza, peccato, corruzione e legge”, perché “in ambedue i casi i giudici erano corrotti”:... (continua)
venerdì, marzo 31, 2017

Papa: Lutero, tempo fa era impensabile convegno tra cattolici e protestanti

“Gratitudine a Dio e stupore”. Li ha espressi il Papa incontrando in Sala Clementina i partecipanti al Convegno promosso dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche dal titolo: “Lutero 500 anni dopo”. “Veramente - ha detto Francesco - tocchiamo con mano i frutti dell’azione dello Spirito Santo”. Massimiliano Menichetti: ascolta

Radio Vaticana -  Il Papa esprime gratitudine a Dio e parla di stupore perché - afferma - “non moltotempo fa un Convegno del genere sarebbe stato del tutto impensabile”:

“Parlare di Lutero, cattolici e protestanti insieme, per iniziativa di un organismo della Santa Sede: veramente tocchiamo con mano i frutti dell’azione dello Spirito Santo
... (continua)
mercoledì, marzo 29, 2017

Il Papa: “Le armi nucleari sono inadeguate per difendere la pace”

Francesco alla Conferenza ONU per negoziare uno strumento giuridicamente vincolante sulla proibizione degli armamenti atomici: la stabilità internazionale non si può fondare sulla minaccia di una distruzione reciproca.

Andrea Tornielli, Città del Vaticano

Vatican Insider - Gli armamenti nucleari non servono per contrastare il terrorismo o i conflitti asimmetrici o gli attacchi informatici che destabilizzano oggi la pace di molte nazioni. La pace e la stabilità non possono essere fondate «su un falso senso di sicurezza, sulla minaccia di una distruzione reciproca». Papa Francesco ha inviato un messaggio ad Elayne Whyte Gómez, presidente della Conferenza delle Nazioni Unite finalizzata a negoziare uno strumento giuridicamente vincolante sulla proibizione delle armi atomiche, apertasi ieri a New York e che si concluderà il 31 marzo. Il testo del Pontefice è stato letto dal sottosegretario ai rapporti con gli Stati, Antoine Camilleri ... (continua)
martedì, marzo 28, 2017

Papa all’Onu: impegnarsi per un mondo senza armi nucleari

La pace non può essere basata sulla "minaccia di distruzione reciproca", ma deve fondarsi sulla "giustizia" e sullo "sviluppo umano integrale". Occorrono "strategie lungimiranti" e la "piena applicazione del Trattato di non proliferazione nella lettera e nello spirito". 

Radio Vaticana - E’ la riflessione centrale del messaggio che il Papa ha inviato alla Conferenza dell’Onu riunita fino a venerdì a New York, con lo scopo di negoziare uno strumento legalmente vincolante che porti ad eliminare totalmente le armi nucleari. Il servizio di Gabriella Ceraso:

“Un’etica e un diritto basati sulla minaccia della distruzione reciproca – e potenzialmente di tutta l’umanità – sono contraddittori con lo spirito stesso delle Nazioni Unite”. Il Papa lo sottolinea nel suo messaggio citando il Preambolo e il primo articolo della carta dell’Onu che indicano le “fondamenta della costruzione giuridica internazionale” ovvero “la pace, la soluzione pacifica delle controversie e lo sviluppo delle relazioni amichevoli tra le nazioni”... (continua)
lunedì, marzo 27, 2017

Commissione Protezione Minori: più attenzione per le vittime di abusi

Trovare nuove forme per dare più voce alle vittime di pedofilia.

Radio Vaticana - E’ l’impegno preso dalla Pontificia Commissione per la Protezione dei Minori al termine dell’ottava plenaria dell’organismo, conclusasi ieri e iniziata il 24 marzo scorso. In un comunicato della Commissione, si ringrazia Marie Collins per il suo grande impegno contro la pedofilia e si auspica che quando una vittima di abusi scrive ad uffici della Santa Sede possa ricevere rapidamente una risposta, nel segno della trasparenza. Il servizio di Alessandro Gisotti: ascolta... (continua)
venerdì, marzo 24, 2017

Tajani: ascoltare il Papa perché l'Europa sia più vicina ai cittadini

Papa Francesco incontrerà oggi alle 18.00 nella Sala Regia, in Vaticano, i capi di Stato e di governo dell’Unione Europea, in occasione del 60.mo anniversario della firma dei Trattati di Roma.

Radio Vaticana - Le istituzioni europee - ha affermato il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani - sono impegnate nel rafforzare l’unità e rendere l'Unione Europea più vicina ai cittadini. In un'intervista in esclusiva per la Radio Vaticana, Massimiliano Menichetti ha chiesto al presidente Tajani cosa porterà al Papa: ascolta ... (continua)
giovedì, marzo 23, 2017

Cei, Mons. Galatino: serve "un approccio laico, non confessionale, attento a sviluppare un’antropologia integrale"

In un comunicato finale del Consiglio Episcopale Permanente, svoltosi a Roma dal 20 al 22 marzo, sotto la guida del card. Bagnasco, il Segretario Generale della Cei esprime "preoccupazione" e propone la ricetta per affrontare il disagio.

di Dario Cataldo

"I Vescovi si sono ritrovati nella preoccupazione per la deriva antropologica, che impregna la cultura del Continente". Con tale consapevolezza, il Segretario Generale della Cei, mons. Nunzio Galatino, fa una riflessione che "muova esperienza umana" per tradurla in soluzioni concrete: "Un approccio laico, non confessionale, attento a sviluppare un’antropologia integrale"... (continua)
mercoledì, marzo 22, 2017

"Supplemento d'indagine" per l'Ausiliare di Mons. Lorefice. Bloccata la nomina

Duro colpo per la Diocesi di Palermo, specie perché avvenuta il 10 febbraio scorso. Mons. Corrado Lorefice ne prende atto. Ad oggi, tutto bloccato.

di Dario Cataldo

Una notizia che lascia un alone di mistero su una vicenda ormai data per certa. Mons. Adriano Bernardini, nunzio apostolico in Italia, avrebbe chiesto all'Arcivescovo di Palermo, mons. Corrado Lorefice, di bloccare l’ordinazione episcopale del vescovo ausiliare dell'arcidiocesi palermitana, il frate cappuccino Giovanni Salonia... (continua)
mercoledì, marzo 22, 2017

Attacco alla famiglia nel Botta e risposta tra Adinolfi e J-Ax

Lite mediatica a suon di battute e citazioni canore per Mario Adinolfi e il rapper J.Ax. "Per fare i soldi hai recitato la parte del trasgressivo" chiosa il giornalista. Ci ricorda Papa Francesco: "La famiglia si fonda sul matrimonio, atto libero e fedele di amore di un uomo e di una donna".

di Dario Cataldo

Una contesa figlia di un argomento tanto attuale quanto sterile. Attuale perché, dopo la legge che regolamenta le unioni civili, si è aperta una maglia che apre al far west familiare; sterile perché non offre spunti al dialogo. La famiglia tradizionale, intesa come nucleo fondativo tra un uomo e una donna, finalizzata alla procreazione è ancora una volta messa in discussione. Ecco perché Mario Adinolfi non ci sta e replica al Cantante milanese... (continua)
mercoledì, marzo 22, 2017

Papa Francesco: "Chiamare peccato il peccato, e non chiamatelo liberazione e progresso"

Udienza del mercoledì per Papa Francesco che cita San Giovanni Paolo II e invita a "tutelare l'acqua come bene di tutti". Infine un avvertimento: nella Chiesa non c’è “serie A” e “serie B”.

di Dario Cataldo

Un mercoledì da Francesco, come tanti da quattro anni ad oggi. L'occasione dell'udienza di metà settimana da una gremita Piazza San pietro è stato il pretesto per lanciare le frecce da un arco che non conosce sosta. Il calendario liturgico offre spunti di riflessione. Ecco perché sostiene il Papa: dobbiamo "imparate a chiamare bianco il bianco, e nero il nero, male il male, e bene il bene... (continua)
martedì, marzo 21, 2017

Papa: il confessionale non è una tintoria, serve la vergogna del peccato

Essere perdonati e perdonare: un mistero difficile da capire. Servono preghiera, pentimento e vergogna.

Radio Vaticana - E’ quanto affermato da Papa Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta. Il Pontefice ha ribadito l’importanza di essere coscienti della meraviglia che Dio compie in noi con la sua misericordia, per poterla poi esercitare con gli altri e ha messo in guardia dall' ipocrisia di "rubare un finto perdono" nel confessionale. Il servizio di Gabriella Ceraso:

Il perdono è un “mistero difficile da capire”.
Il Papa svolge la sua omelia ripercorrendo la Parola del giorno con cui, dice, la Chiesa ci fa “entrare in questo mistero”, la grande “opera di misericordia di Dio”... (continua)
martedì, marzo 21, 2017

Cei, card. Bagnasco: "Il pensiero unico continua a denigrare l’istituto familiare e a promuovere altri tipi di unione"

Nella prolusione in occasione della riunione del Consiglio Episcopale Permanente in programma a Roma dal 20 al 22 marzo 2017, tanti i temi di riflessione offerti dal Porporato. Famiglia, lavoro, bambino migranti e fine vita, gli argomenti più gettonati. Pensiero speciale a Papa Francesco: "Siamo una Chiesa che si sente costantemente accompagnata dal magistero del Santo Padre".

di Dario Cataldo

"Al Papa rinnoviamo, la nostra disponibilità e il nostro affetto". Con queste parole il Card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente della CEI, tiene a ribadire quanto la linea di pensiero dell'Istituzione che presiede, sia conforme a quella di Papa Francesco. Piena solidarietà alle famiglie e ai bambini: "Non di rado accade, in alcuni Paesi europei, che, con motivazioni condivisibili... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa