Visualizzazione post con etichetta persecuzioni religiose. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta persecuzioni religiose. Mostra tutti i post
giovedì, aprile 20, 2017

Esclusiva, Tubani (Acs-Italia): “La persecuzione religiosa ha una dinamica nota”

Massimiliano Tubani, Responsabile Ricerca e Pubbliche relazioni di ACS-Italia, fa un bilancio di una tra le più attive organizzazioni in difesa dei più deboli. Sul fenomeno delle spose bambine? “Una forma particolarmente odiosa di violenza”.


Intervista di Dario Cataldo

Aiuto alla Chiesa che soffre (Acs) è un'associazione di Diritto Pontificio, che sostiene la Chiesa in ogni parte del mondo, laddove c'è dolore e diritti negati. Massimiliano Tubani, in esclusiva per Lpl News24, fa un bilancio di ciò che Acs ha fatto in 70 anni di storia e di quello che ancora c'è da fare in favore dei cristiani perseguitati. Particolare attenzione è riservata a donne e bambini, i quali subiscono atroci angherie in nome della violenza gratuita. "C’è chi si schiera e si impegna" e Acs è in trincea in difesa dei cristiani dimenticati dalla società... (continua)
martedì, aprile 18, 2017

Boko haram, la campagna di sequestri non si ferma

Il gruppo armato Boko haram deve liberare le ragazze ancora sotto sequestro e rapite ormai tre anni fa nella scuola di Chibok e le centinaia di altre rapite nel nord-est del paese.

Amnesty - “Boko haram continua a rapire donne, ragazze e ragazzi che vengono spesso sottoposti a terribili violenze, tra cui stupri e pestaggi, e costretti a compiere attentati suicidi. Purtroppo, molti di questi rapimenti vengono ignorati dai mezzi d’informazione e questo fa sì che le famiglie perdano ogni speranza di riabbracciare i loro cari“, ha dichiarato Makmid Kamara, direttore ad interim di Amnesty International Nigeria, in una nota stampa... (continua)
mercoledì, aprile 05, 2017

Frustata una 14enne musulmana di orgine marocchina: "si vestiva in modo eccessivo"

Nuovo caso di maltrattamento in famiglia per motivi religiosi fondamentalisti. La ragazza è stata affidata a una comunità.

Un'altra ragazzina 14enne sarebbe stata "punita" perchè non si adegua ai valori della famiglia musulmana. Il caso è riportato da la "Provincia Pavese". Il tribunale dei Minori di Milano ha tolto temporaneamente alla famiglia marocchina la ragazza per affidarla a una comunità. Sarebbe stata percossa e frustata dai genitori e dal fratello perché - dicono i familiari- non voleva andare a scuola, rientrava tardi e si vestiva in modo eccessivo... (continua)
venerdì, marzo 31, 2017

Cina, Pastore protestante detenuto in gravi condizioni. L’appello della moglie

Era stato arrestato nel 2015, trattenuto senza processo per un anno e poi condannato a due anni e mezzo di prigione. I medici del centro detentivo avevano sottovalutato il problema, permettendo l’aggravamento della porpora anafilattoide.

Guiyang (AsiaNews) - Yang Hua, pastore detenuto nella provincia a Goizhou, nel sud della Cina, è stato ricoverato il 24 marzo in gravi condizioni. La moglie Wang Hongwu, che non vedeva il marito da più di un anno, ha scritto una lettera di appello alla preghiera per la sua salute.

A quanto riportato, Hua era stato visitato in ospedale il 20 marzo, dopo tre giorni di sofferenza e privazione di sonno causate da alcune ulcere infiammate sulle gambe. Secondo i dottori del centro di detenzione
... (continua)
mercoledì, marzo 29, 2017

Cina: Liaoning, sacerdote detenuto da mesi senza condanna. Imbarazzo per le autorità

Il tribunale del popolo non rende pubblica la sentenza per p. Fei Jisheng, sacerdote della diocesi di Shenyang. I cattolici locali: “I giudici riconoscono la sua innocenza, ma il tribunale lo vuole condannato”. L’arresto è avvenuto il 18 ottobre scorso con l’accusa di appropriazione indebita di una somma di denaro che però apparteneva al sacerdote. Dietro i capi d’imputazione l’intenzione delle autorità di fermare l’opera evangelizzatrice del religioso.

Pechino (AsiaNews) - Nel sistema giuridico cinese, in genere le persone accusate di un crimine conoscono in maniera molto rapida la loro sentenza, una volta che sono andate a processo. Nel caso di p. Fei Jisheng, un prete cattolico del Liaoning, il cui capo d'accusa è di “appropriazione indebita”, il tribunale del popolo incaricato di giudicare ha deliberato il 21 marzo scorso, ma nessuna sentenza è stata ancora pronunciata in via ufficiale, segno di un certo imbarazzo delle autorità locali... (continua)
lunedì, marzo 27, 2017

India, Uttar Pradesh: tombe cristiane vandalizzate; (false) accuse di conversioni forzate

Croci divelte e spezzate; lapidi sbriciolate. Nello Stato ha vinto il partito nazionalista indù. Nella regione crescono le violenze contro i cristiani. L’organizzazione Hindu Yuva Vahini, fondata dall’attuale Chief Minister, per il ritorno dei Dalit all’induismo. 

di Nirmala Carvalho

Allahabad (AsiaNews) - Croci divelte e distrutte; lapidi sbriciolate: almeno una decina di tombe cristiane sono state vandalizzate nel cimitero di Rajapur ad Allahabad (Uttar Pradesh), come dimostra un video che presentiamo messo a disposizione dal Global Council of Indian Christians (Gcic). Il suo presidente, Sajan K George, commenta ad AsiaNews: “Le violenze contro le tombe cristiane feriscono in profondità i nostri sentimenti religiosi e mostrano disprezzo verso i nostri antenati... (continua)
lunedì, marzo 20, 2017

Papa Francesco in Egitto, ora è ufficiale. Pace e dialogo sono le priorità

A rendere pubblica la notizia è Greg Burke, il direttore della Sala Stampa Vaticana che conferma le date del 28 e 29 Aprile. Prove di disgelo dopo il grande freddo a seguito del discorso ratzingeriano di Ratisbona. Allerta per i cristiani coopti, nel mirino del terrorismo islamico.

di Dario Cataldo

L'invito rivolto a Papa Francesco per un breve viaggio in Egitto non è andato a vuoto. Il Sommo Pontefice non si è lasciato sfuggire l'occasione di portare un messaggio di pace laddove, la stessa è minata dal fondamentalismo islamico. A rischio i cristiani coopti, nel mirino di attacchi terroristici. L' invito è stato formalizzato dal presidente della Repubblica, Abdel Fattah al Sisi, dai vescovi cattolici, del Papa copto Tawadros II e dal Grande imam di al Azhar... (continua)
mercoledì, marzo 15, 2017

Parigi, Acs Francia: veglia di preghiera per i cristiani perseguitati

Nella Cattedrale di Notre-Dame, venerdì 24 Marzo si terra “La notte dei testimoni. Veglia di preghiera per i cristiani perseguitati”. Lo scopo? “Attirare la pubblica attenzione sulla dura realtà della persecuzione contro i cristiani".

di Dario Cataldo

Un segnale che amplifichi un grido di aiuto troppo spesso relegato al silenzio. Venerdì 24 marzo Aiuto alla Chiesa che soffre Francia,organizzerà una veglia di preghiera, il cui scopo è “attirare la pubblica attenzione sulla dura realtà della persecuzione contro i cristiani e per impedire che sulle loro storie cali la consueta indifferenza”... (continua)
giovedì, marzo 02, 2017

Un Video del Papa per i Cristiani perseguitati accompagna ACS-Italia nel suo nuovo viaggio in Iraq

L’edizione di marzo del Video di Papa Francesco, prodotto dal pontificio Worldwide Prayer Network e sostenuto dalla Fondazione Aiuto alla Chiesa che Soffre, riguarda i Cristiani perseguitati e discriminati per motivi di fede in ogni parte del mondo, senza distinzione di rito o confessione.

Il Pontefice in diverse occasioni ha esclamato: “Quante persone sono perseguitate a motivo della loro fede, costrette ad abbandonare le loro case, i loro luoghi di culto, le loro terre, i loro affetti!”. Nelle sue Intenzioni di preghiera per il mese di marzo il Santo Padre invita a pregare per loro: “Vi faccio una domanda: quanti di voi pregano per i Cristiani che sono perseguitati? Vi incoraggio a farlo con me, perché sperimentino il sostegno di tutte le Chiese e comunità nella preghiera e attraverso l’aiuto materiale.”. Secondo l’ultima edizione del Rapporto ACS sulla Libertà Religiosa, i Cristiani sono la comunità più perseguitata al mondo ... (continua)
giovedì, marzo 02, 2017

Accordo tra CEI e Governo Italiano: dalla Giordania canale umanitario per profughi in gravi condizioni di salute

A seguito di un accordo tra la Conferenza Episcopale Italiana e il Governo Italiano, dal 7 marzo arriveranno in Italia 41 persone, tra le quali molte con gravi problemi di salute, provenienti dai campi profughi della Giordania.


di Dario Cataldo

Un caso delicato, il cui buon esito è stato possibile grazie all'azione congiunta di più parti. Si tratta di sette famiglie di cittadini siriani, il cui trasferimento è stato reso possibile dall’ambasciata italiana in Giordania e dalla Nunziatura apostolica, che hanno lavorato in stretta sinergia con Caritas Italiana, UNHCR e IOM. Grazie a tale canale umanitario verrà garantito... (continua)
martedì, gennaio 31, 2017

Canada, Strage in moschea: il Consiglio mondiale delle Chiese predica l'unità di fronte alla brutalità

Appello del segretario generale del Consiglio mondiale delle Chiese, il Rev. Olav Fykse Tveit, all’indomani del terribile attacco alla Grande Moschea di Quebec City: "di fronte alla brutalità, la famiglia umana deve rimanere unita".

di Dario Cataldo

Un terribile attacco alla libertà di culto, che mina certezze religiose che in ambito occidentale cominciano a destare preoccupazione. Il Rev. Olav Fykse Tveit, segretario generale del Consiglio mondiale delle Chiese, in merito all'attacco alla Grande Moschea di Quebec City afferma... (continua)
venerdì, dicembre 30, 2016

Rapporto Fides: 28 gli operatori pastorali uccisi nel 2016 nel mondo

Nel corso del 2016 sono stati uccisi nel mondo 28 operatori pastorali cattolici e, per l’ottavo anno consecutivo, il numero più elevato si registra in America.

Radio Vaticana - A pubblicarne l’elenco, con una breve biografia di ciascuno, è l’agenzia Fides nel suo annuale rapporto di fine anno. Drammaticamente cresciuto il numero delle religiose uccise, nove, più del doppio rispetto al 2015. Adriana Masotti: ascolta

Quattordici sacerdoti, nove religiose, un seminarista, quattro laici: sono gli operatori cattolici morti quest’anno in modo violento, dodici nel continente americano, ucciso un sacerdote anche in Europa, e precisamente in Francia: si tratta di padre Jacques Hamel, vittima del terrorismo mentre celebrava la Messa ... (continua)
venerdì, dicembre 23, 2016

Messico, la Chiesa denuncia violazione dei diritti umani

Il dato emerge a seguito della presentazione della Relazione annuale di Frayba, l'Organizzazione per i Diritti Umani presieduta dal vescovo Raúl Vera López.

di Dario Cataldo

Violazione dei diritti umani contro gli zapatisti messicani, impegnati nella difesa delle popolazioni autoctone. A denunciare l'accaduto è il Centro per i Diritti Umani Fray Bartolomé de Las Casas nella relazione annuale 2016, presentata nei giorni scorsi presso la propria sede a San Cristobal de las Casas, nello stato messicano del Chiapas... (continua)
martedì, dicembre 20, 2016

Strage Berlino, Papa Francesco: "La follia omicida del terrorismo non trovi più spazio nel nostro mondo"

A seguito dell'attacco terroristico nella città tedesca, il Santo Padre condanna duramente l'accaduto, manifestando sgomento e profondo dolore per le vittime.

di Dario Cataldo

Attraverso un telegramma a firma del Segretario di Stato, cardinale Pietro Parolin, il Sommo Pontefice invia un messaggio all’arcivescovo di Berlino, monsignor Heiner Koch, dopo il “terribile atto di violenza avvenuto a Berlino, nel quale – oltre il numero considerevole di feriti – molte persone hanno trovato la morte”... (continua)
giovedì, dicembre 15, 2016

L'Onu denuncia un aumento delle violazioni dei diritti umani nella Repubblica Centrafricana

Innumerevoli le vittime di incidenti causati dall'utilizzo scriteriato della forza. Tra questi almeno 200 sono bambini.


di Dario Cataldo

Il degrado del uomo passa dal rapporto che esso stesso intrattiene con i propri simili. Nella Repubblica Centrafricana, la situazione sfiora l'inverosimile, a testimonianza di quanto profondo e oscuro può essere l'animo umano. A denunciare tale situazione è l'Onu, dalla sua missione in Centrafrica, lanciando un appello di speranza... (continua)
lunedì, dicembre 12, 2016

Egitto, bombe tra i fedeli in fila per la comunione

Un bilancio terrificante a seguito dell'esplosione al Cairo di ieri, Sono almeno 25 i morti, tra cui 6 bambini.


di Dario Cataldo


La cattedrale copta ortodossa di San Marco, nel quartiere Al Abasiya, sede del capo spirituale, papa Tawadros II, 118° patriarca di Alessandria è stata il teatro di un orrore: i fedeli in fila per ricevere la comunione sono stati vittime sacrificali di un attacco terroristico. Tra feriti e deceduti, il bollettino è allarmante ... (continua)
martedì, novembre 15, 2016

Presidente Duterte, se i terroristi di Daesh entrano nelle Filippine diritti umani sospesi

Il Presidente della Repubblica delle Filippine, lancia un avvertimento chiaro: se il sedicente Stato islamico varca i confini nazionali saranno ignorati gli obblighi sui diritti umani.

di Dario Cataldo

Rodrigo Duterte, conosciuto in patria per via della rigida politica di ordine pubblico e la scarsa tolleranza contro le organizzazioni criminali, si è guadagnato di recente l'appellativo di "Donald Trump delle Filippine". Duro contro il terrorismo, avverte il popolo a stare pronti ad eventuali minacce islamiche... (continua)
mercoledì, ottobre 19, 2016

Baghdad, si auspica la liberazione di Mosul

Cristiani fuggiti nel 2014 da Qaraqosh oggi in festa per la liberazione del villaggio dalle angherie del sedicente Stato Islamico. Anche il Patriarca caldeo adesso spera nella liberazione di Mosul in nome della pace

di Dario Cataldo

Due anni di sofferenze lontano da casa; un destino che ormai sembrava segnato dalle prepotenze dei jihadisti. A due anni di distanza dalla fuga di tanti cristiani spaventati dalle violenze islamiche, a Qaraqosh, si esulta per la liberazione avvenuta ieri grazie alla coalizione di 30 mila uomini, fra soldati irakeni e milizie Peshmerga curde, uniti per liberare Mosul... (continua)
sabato, ottobre 08, 2016

Asia Bibi, udienza il 13 ottobre. L'avvocato chiede preghiere

Giorni decisivi, in Pakistan, per la sorte della donna cristiana accusata di blasfemia e condannata a morte. L'avvocato: "Momento decisivo. Chiediamo la preghiera di tutti".

Radio Vaticana - In Pakistan, è fissata per il 13 ottobre prossimo l’udienza della Corte Suprema per il caso di Asia Bibi, la donna cristiana, madre di 5 figli, ingiustamente accusata di blasfemia e per questo condannata a morte. La sentenza in primo grado è stata confermata dalla Corte di appello e ora il ricorso è giunto al Tribunale supremo, terzo e ultimo grado di giudizio che ha disposto la data per l’esame del caso... (continua)
venerdì, settembre 23, 2016

Pechino, rilasciata la bozza sulle attività religiose. Discriminatoria

Sanzioni, controlli e multe per cattolici che mantengono rapporti con il Vaticano. Questo è la panoramica del documento che regolamenta le attività religiose in Cina.

di Dario Cataldo

Uno scenario surreale per chi predica la non discriminazione; purtroppo, la libertà di culto in certi frangenti del globo resta una mera utopia. Con la nuova bozza in merito alle attività religiose, che dovrebbe sostituire i regolamenti del 2004, a cambiare sono diversi temi. Innanzitutto le dimensioni, che da 48 articoli arrivano a 74 distribuiti in 9 capitoli. A seguire gli obblighi, ferrei e intransigenti... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa