Visualizzazione post con etichetta solidarietà. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta solidarietà. Mostra tutti i post
domenica, aprile 17, 2016

Regina Caeli. Papa Francesco: a Lesbo ho visto tanto dolore

“Ho visto tanto dolore”. Al Regina Caeli in Piazza San Pietro, Papa Francesco ha parlato con commozione della sua visita di ieri tra i profughi accolti sull’isola greca di Lesbo, condivisa con il Patriarca ecumenico Bartolomeo I e l’arcivescovo ortodosso di Atene, Ieronymos.  

Radio Vaticana - Il Papa ha anche espresso solidarietà per le vittime del sisma in Ecuador e per quello avvenuto in Giappone qualche giorno fa e ha invocato attenzione per i lavoratori precari dei call center. Il servizio di Alessandro De Carolis:
Una notte non basta a far sedimentare ciò che mente e cuore hanno assorbito di una giornata di emozioni potenti, che poche volte capita nella vita ... (continua)
venerdì, aprile 08, 2016

Accoglienza profughi nel convento dei frati minori di Gualdo Tadino

Nel primo pomeriggio del 6 aprile alcuni profughi sono stati accolti nel convento della Ss. Annunziata di Gualdo Tadino. Ad accoglierli la Caritas diocesana di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino con il sostegno della Provincia Serafica dei Frati Minori dell’Umbria. 

La Caritas provvederà agli operatori stabiliti secondo le normative vigenti, ad una formazione scolastica ed in generale alla necessaria mediazione culturale e linguistica. I Frati Minori sono impegnati principalmente nella disponibilità della struttura di accoglienza, che comprende gran parte dell’area conventuale. Ma saranno presenti anche con gli stessi frati che abitano il convento di Gualdo Tadino, p. Emidio Paesani e p. Mario Misseri... (continua)
martedì, aprile 05, 2016

Acs ad erbil: in Iraq i cristiani hanno bisogno della nostra reale presenza

«Un’esperienza resa indimenticabile dalla forza, la serenità e la dignità dei fedeli iracheni». 

 Così il direttore di Aiuto alla Chiesa che Soffre Italia, Alessandro Monteduro, al ritorno da un viaggio ad Erbil, nel Kurdistan iracheno dove ha trovato alloggio una parte consistente dei 120mila cristiani fuggiti da Mosul e dai villaggi della Piana di Ninive nel 2014 a causa dello Stato Islamico. «La fede che sostiene questi nostri fratelli, nonostante vivano ancora in condizioni drammatiche, coinvolge in un modo unico. Migliaia di loro in container da 12 metri quadrati, con servizi igienici in comune, mentre i più fortunati hanno trovato alloggio in case in affitto che accolgono 3 o 4 famiglie» ... (continua)
lunedì, aprile 04, 2016

Gravina. Il vescovo apre la sua casa a poveri e migranti

E’ stato inaugurato a Gravina, in Puglia, con il nome di Philoxenia, un centro d’accoglienza notturna per offrire ospitalità a persone in difficoltà e migranti.

Radio Vaticana - La struttura, su iniziativa di mons. Giovanni Ricchiuti, arcivescovo di Gravina-Acquaviva delle Fonti, è stata adibita al primo piano dell’Episcopio, comprende 15 posti letto e vuole essere un segno permanente del Giubileo della Misericordia, come chiede Papa Francesco. Ascoltiamo mons. Ricchiuti al microfono di Tiziana Campisi: ascolta

R. – Ho lanciato questa proposta, questa idea: quella di adibire a centro di accoglienza notturna il primo piano dentro al Palazzo vescovile... (continua)
lunedì, aprile 04, 2016

Papa: Il 24 aprile una colletta delle Chiese d’Europa per le terre dell’Ucraina

La colletta è stata voluta dal pontefice e mira ad aiutare soprattutto anziani e bambini colpiti dalle violenze che hanno causato migliaia di morti e un milione di profughi. Forse un gesto di riconciliazione con la Chiesa greco-cattolica ucraina, dopo gli screzi seguiti all’incontro fra Francesco e il patriarca russo Kirill, in cui i cattolici ucraini si sono sentiti “traditi”. Un appello anche contro le mine antiuomo. 

Città del Vaticano (AsiaNews) - Papa Francesco lancia “una speciale colletta in tutte le chiese cattoliche d’Europa domenica 24 aprile prossimo” per esprimere “la vicinanza e la solidarietà mia personale e dell’intera Chiesa all’Ucraina”. L’appello è stato espresso alla fine della messa della Divina Misericordia, presieduta dal pontefice stamane in piazza san Pietro, prima della recita del Regina Caeli, la preghiera mariana che sostituisce l’Angelus nel tempo pasquale... (continua)
giovedì, marzo 31, 2016

Immigrazione - Morcone responsabile per l'immigrazione del Viminale su Radio 24

Aumento flussi migratori verso l’Italia. "Siamo preoccupati, sono migranti economici, non ricollocabili".

"Siamo preoccupati", dice il prefetto Mario Morcone, responsabile immigrazione del Viminale a Radio 24 commentando l'aumento (+80%) dei flussi migratori via mare verso l'Italia degli ultimi giorni. "Stiamo guardando con attenzione agli sviluppi di questi giorni - spiega Morcone a Radio 24 - siamo preoccupati soprattutto perchè quelli arrivati sono quasi tutti migranti economici e quindi non ricollocabili. In questa ondata migratoria ci sono gli eritrei, ma a parte loro nessun altro ricollocabile. Provengono tutti dell'Africa, dal Niger, dal Senegal, dal Ghana". Morcone sottolinea che, anche se si tratta di migranti economici, il confine è sempre più sottile... (continua)
mercoledì, marzo 30, 2016

Migranti, Don Zerai a Radio 24: “Gli sbarchi aumenteranno ancora. Ricevuto vari Sos"

"Da qui all'estate vedremo ancora un incremento degli sbarchi. Io ho ricevuto negli ultimi 3-4 giorni già diverse richieste di aiuto, segnalate alla Guardia Costiera".
 

Parla a Storiacce su Radio 24 don Zerai Mussie, il sacerdote eritreo diventato punto di riferimento dei migranti che attraversano il Canale di Sicilia. "Adesso la situazione si aggrava, perché tutti chiudono i confini e l'unico accesso sarà dalla Libia verso l'Italia". Per il religioso, l'aumento degli sbarchi "dipenderà dalle scelte dell'Ue. Da 15 anni chiediamo di aprire dei corridoi umanitari. Perché l'Ue non lo fa?", si chiede... (continua)
martedì, marzo 29, 2016

Aiuto alla Chiesa che Soffre: non ricordiamoci dei cristiani perseguitati soltanto in occasione di tragici attentati

Lahore, 27 marzo, attacco ai cristiani mentre festeggiavano la Pasqua in un parco. 

Aden, Yemen, 4 marzo. Quattro Missionarie della carità, la congregazione fondata da Madre Teresa di Calcutta, vengono trucidate da islamisti. In questo mese di marzo, in cui la comunità cristiana è stata nuovamente messa sotto attacco, Aiuto alla Chiesa che Soffre ribadisce con forza la necessità di porre fine ad una tragica tendenza che la Fondazione pontificia – autrice dal 1999 del Rapporto sulla libertà religiosa nel mondo – continua a registrare di anno in anno. «I cristiani sono il gruppo maggiormente perseguitato oggi nel mondo – affermano Alfredo Mantovano e Alessandro Monteduro, rispettivamente presidente e direttore di Aiuto alla Chiesa che Soffre Italia – e spesso, in Paesi come il Pakistan, divengono il capro espiatorio dell’odio antioccidentale degli estremisti». Non è raro infatti che le locali comunità cristiane ... (continua)
mercoledì, marzo 23, 2016

Aiuto alla Chiesa che soffre ad Erbil. Porterà con sé una lettera e i doni del papa

Dal 1° al 4 aprile Aiuto alla Chiesa che Soffre sarà ad Erbil, capoluogo del Kurdistan iracheno.

Nell’occasione Papa Francesco ha voluto affidare alcuni paramenti sacri e un suo personale contributo finanziario per i cristiani iracheni al vescovo di Carpi, monsignor Francesco Cavina, che farà parte della delegazione, guidata dal direttore di ACS-Italia Alessandro Monteduro, assieme al vescovo di Ventimiglia-San Remo, Monsignor Antonio Suetta, e a Don Massimo Fabbri in rappresentanza dell’Arcidiocesi di Bologna. «Non appena il Santo Padre ha saputo di questo mio viaggio assieme ad Aiuto alla Chiesa che Soffre – racconta monsignor Cavina - mi ha telefonato esprimendo il desiderio di inviare un dono ai nostri fratelli nella fede iracheni»... (continua)
martedì, marzo 01, 2016

"Mai più spose bambine": l'1 e l'8 marzo iniziative di Amnesty International Italia e Università Roma Tre

Amnesty International e Università Roma Tre dedicano le giornate del 1 e l'8 marzo a "Mai più spose bambine", la campagna lanciata dall'organizzazione per i diritti umani per porre fine ai matrimoni forzati e precoci nel mondo.

Amnesty - Martedì 1° marzo, dalle 15 alle 18 presso l'aula B5 del DAMS dell'Università Roma Tre (via Ostiense 133), si svolgerà un seminario di approfondimento sulla campagna, cui interverranno Anna Lisa Tota (Università Roma Tre), Riccardo Noury (portavoce di Amnesty International Italia) e l'autrice e attrice Isabel Russinova.

La sera del 1° marzo, alle ore 20.30 presso il Teatro Palladium (piazza Bartolomeo Romano 8), andrà in scena in anteprima nazionale lo spettacolo "Safa e la sposa bambina", di e con Isabel Russinova, per la regia di Rodolfo Martinelli Carraresi... (continua)
lunedì, febbraio 29, 2016

Trent’anni da Chernobyl, e il progetto Rugiada: firmato l’accordo per il 2016

74 bambini potranno usufruire di visite sanitarie gratuite e ospitalità nel centro Speranza. In Bielorussia 1.141.000 persone, di cui 217.000 bambini, vivono ancora nelle zone contaminate.  

GreenReport - Angelo Gentili responsabile di Legambiente solidarietà e di Makushinsky Viaceslav Grigoryevich direttore del Centro Speranza, una struttura ecosostenibile in zona non contaminata della Bileorussia, hanno firmato un accordo che garantirà anche per il 2016 le visite sanitarie e l’ospitalità a 74 bambini residenti nelle zone contaminate di Chernobyl, un risultato reso possibile anche dall’aiuto di Weleda, azienda internazionale leader nel settore della cosmesi naturale e di qualità... (continua)
venerdì, febbraio 19, 2016

Quaresima 2016, 40 giorni di aiuto speciale ai 250mila cristiani rimasti in iraq

Aiuto alla Chiesa che Soffre è una fondazione di diritto pontificio nata nel 1947 per sostenere la Chiesa in tutto il mondo, con particolare attenzione laddove è perseguitata. Link Campagna Quaresima 2016

L’Opera è stata fondata nel secondo dopoguerra dal monaco olandese Padre Werenfried van Straaten, per aiutare i quattordici milioni di sfollati tedeschi – di cui sei cattolici – in fuga dall’Europa Orientale dopo la ridefinizione dei confini della Germania. In pochi anni il sostegno di ACS ha raggiunto rapidamente America Latina, Asia e Africa, ed oggi la fondazione pontificia realizza circa 5500 progetti umanitari e pastorali l’anno in oltre 150 paesi nel mondo. Ha un ufficio internazionale a Königstein in Germania e 21 segretariati nazionali in: Austria, Australia , Belgio, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Corea del Sud, Francia... (continua)
martedì, gennaio 19, 2016

Due nuovi progetti di Aiuto alla Chiesa che Soffre per la formazione dei seminaristi in Nigeria e Pakistan

Nel 2014 un seminarista su dodici nel mondo ha potuto studiare grazie ad Aiuto alla Chiesa che Soffre.

ACS - Sono stati infatti 9969 gli studenti di seminari minori e maggiori che hanno beneficiato del contributo della fondazione pontifica, da sempre fortemente impegnata nel sostegno alla formazione dei futuri sacerdoti. In molte delle aree più povere e delle terre di persecuzione, nonostante le gravi difficoltà, le vocazioni sono numerose. Purtroppo, però, i seminari sono spesso costretti a rifiutare nuovi studenti per mancanza di alloggi o risorse.
«La formazione ha bisogno di ambienti dignitosi, di strumenti didattici adeguati e di validi insegnanti», afferma il direttore di ACS Italia, Alessandro Monteduro – specie in paesi in cui diventare sacerdoti significa rischiare di divenire martiri della fede»... (continua)
mercoledì, gennaio 13, 2016

Migranti, Perego: accolti più di 27mila dalle parrocchie

Il Direttore della Fondazione Migrantes lo ha detto nel corso della presentazione delle iniziative della Chiesa per la Giornata mondiale del Rifugiato, che si celebra domenica 17 gennaio. Il decalogo per l’ accoglienza concreta.  

Vatican Insider - Al momento dell’appello di papa Francesco a estendere l’accoglienza dei richiedenti asilo e dei rifugiati nelle parrocchie, nelle comunità religiose, nei monasteri e nei santuari, il 6 settembre scorso, nelle diocesi italiane erano accolte quasi 23mila persone.
 Da settembre a oggi, sulla base del Vademecum dei vescovi italiani, «abbiamo assistito a un grande movimento solidale nelle nostre diocesi e parrocchie italiane»... (continua)
mercoledì, gennaio 13, 2016

Siria, convogli di aiuti nelle città che muoiono di fame

Sono almeno 15 in tutto il Paese (circa 400mila persone) le città assediate, sia dalle forze fedeli al presidente siriano Bashar al Assad sia dalle milizie dei ribelli che da cinque anni tentano di rovesciare il regime. L’Onu chiede di evacuare da Madaya 400 pazienti che hanno urgente bisogno di cure.  

NenaNews - I convogli umanitari ieri sono finalmente entrati in alcune città assediate della Siria, dove da mesi la popolazione è ridotta allo stremo. E adesso l’Onu chiede l’evacuazione di 400 pazienti dell’ospedale di Madaya, città vicino Damasco, che hanno immediato bisogno di cure mediche. I camion delle organizzazioni umanitarie hanno portato cibo, farmaci e coperte a Madaya, salita agli onori della cronaca nelle ultime settimane per le notizie di una carestia che ha seminato morte tra gli abitanti (40mila residenti, ma in città sarebbero rimaste 20mila persone). I convogli umanitari sono entrati anche nei villaggi sciiti di Foua e Kafraya, nella provincia settentrionale di Idlib... (continua)
martedì, gennaio 12, 2016

Immigrati a San Pietro con la croce di Lampedusa

Il 17 gennaio, in occasione del Giubileo dei migranti, saranno all’Angelus del Papa. Alla messa del cardinale Vegliò verranno consacrate le ostie prodotte da tre detenuti del carcere di Opera.

di Jacopo Scaramuzzi
Vatican Insider - Arriverà a San Pietro la croce di Lampedusa, realizzata con le assi di legno provenienti dai barconi su cui hanno viaggiato i migranti, per l’Angelus presieduto da papa Francesco, domenica 17 gennaio, in occasione del Giubileo dei migranti, nonché della 102esima Giornata mondiale del Migrante e del Rifugiato. Durante la Messa che seguirà nella Basilica vaticana, celebrata dal cardinale Antonio Maria Vegliò ... (continua)
mercoledì, ottobre 07, 2015

Jay Nepal, i volontari organizzano il campo medico di soccorso a Bodgaun Camping

Io volontari della Onlus Jay Nepal hanno allestito un campo medico specializzato per le cure odontoiatriche per la gente di questo villaggio devastato dal terremoto. LPL News24 sostiene Jay Nepal, invitamo i nostri lettori ad aiutare questa organizzazione umanitaria che sta facendo un enorme lavoro per portare aiuti e conforto alla popolazione terremotata del Nepal.



 

per le donazioni:


... (continua)
mercoledì, giugno 24, 2015

Nepal: ricostruzione, al lavoro oltre cento ong internazionali

Nelle ultime otto settimane, dopo il devastante terremoto del 25 aprile e del 12 maggio, in Nepal hanno avviato le proprie attività oltre un centinaio di ong internazionali.  

Misna - Lo ha affermato ai media locali Rabindra Kumar, segretario del Social Welfare Council (Swc), aggiungendo che i funzionari del governo non sanno chiaramente dove e come queste ong internazionali stiano lavorando e il loro monitoraggio è reso difficile a causa del loro numero. Secondo il decreto che regola le attività delle ong internazionali, queste non possono canalizzare fondi stranieri nel paese senza ottenere registrazione e permessi... (continua)
mercoledì, giugno 10, 2015

Nepal: dopo il sisma a rischio migliaia di donne incinte e bambini

“Almeno 50mila donne incinte potrebbero riportare deficit permanenti a causa del terremoto. I bambini potrebbero nascere deformati, con paralisi cerebrale o con disturbi di altro tipo”.

È quanto suor Stella Davis dichiara all'agenzia AsiaNews parlando delle condizioni di vita delle donne all’indomani del terremoto che ha colpito il Nepal il 25 aprile scorso e che ha causato 8.700 vittime accertate e 17mila feriti. Suor Stella appartiene alla congregazione delle Sorelle della croce di Chavanod e insegna al liceo gesuita St. Xavier di Kathmandu. La religiosa gestisce anche un Centro per donne e bambini, tra i più svantaggiati in questa tragedia... (continua)
martedì, giugno 09, 2015

Frati Assisi, 'Con il cuore': dona al 45505 per i profughi in Iraq

Sabato 13 giugno 21.15 su Rai1 e Radio2, dalla Basilica San Francesco 

Al via la maratona di solidarietà per i profughi cristiani in Iraq, le missioni francescane in India e le mense francescane in Italia. Sabato 13 giugno alle 21.15 su Rai1 e Radio2 in diretta dal sagrato della Basilica di San Francesco d'Assisi riparte "Con il Cuore, nel nome di Francesco", la serata benefica, condotta da Carlo Conti, che da tredici anni aiuta e sostiene chi soffre e chi si trova in difficoltà. L'evento di solidarietà che unisce musica, cultura e spiritualità vedrà la partecipazione di Amara, Malika Ayane, Spandau Ballet, Lorenzo Fragola, Marco Masini, Francesca Michielin, Nek, Opera Pop, Raf... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa