Visualizzazione post con etichetta Fabio Gioffrè. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Fabio Gioffrè. Mostra tutti i post
martedì, marzo 27, 2018

Il cordoglio di tutta l'Italia per la scomparsa di un uomo straordinario

Un fiume di commozione e lacrime scorre dal Nord al Sud d'Italia per ricordare Fabrizio Frizzi.

di Fabio Gioffrè

E' difficile, veramente difficile accettare l'idea che Fabrizio Frizzi non ci sia più. Col passare delle ore l'incredulità per la sua scomparsa ha lasciato il posto alle lacrime, vere e sincere. Non c'è spettacolo, non c'è tv, è tutto vero affetto.
Nessuno ci insegna come superare il dolore per la perdita di una persona cara, si ha la sensazione di essere soli con la propria sofferenza. Questa volta no, siamo veramente milioni ad essere addolorati. Fabrizio era  caro a tutti. Affermazioni retoriche? No, è tutto autentico. Oggi piangiamo per la morte di un uomo che era entrato nel cuore di milioni di italiani
... (continua)
venerdì, aprile 21, 2017

Salvatore Borsellino al CNR di Pisa, un incontro ricco di emozione con i ricercatori e con gli studenti pisani.

Convegno "I Giovani e la legalità", incontro con Salvatore Borsellino, all'Area della Ricerca del C.N.R. di Pisa. 

di Fabio Gioffrè

Giovedì 20 aprile 2017 è una data che gli studenti deI Liceo Artistico “F. Russoli"di Pisa ed i ricercatori dellArea della Ricerca del C.N.R. di Pisa, non dimenticheranno mai.
Salvatore Borsellino, fratello di Paolo Borsellino, magistrato “eroe” ucciso dalla mafia nel 1992, è stato il ‘protagonista’ dell’evento “I giovani e la legalità”. L’incontro tenutosi nell’Auditorium del C.N.R., patrocinato dalla Prefettura e dal Comune di Pisa, si è aperto con la proiezione di un toccante cortometraggio sulle stragi mafiose di Capaci e di Via D’Amelio ... (continua)
martedì, marzo 14, 2017

L’intervista. Perché i giovani italiani vanno a cercare lavoro all’estero?

L’emigrazione giovanile dall’Italia verso altri paesi europei è un tema che solitamente non trattiamo durante le nostre interviste, ma il fenomeno è in corso da anni e non è corretto fare informazione, analizzare e dibattere sempre e solo della ‘solita’ “fuga di cervelli”. Molti ragazzi finita la maturità, o appena laureati, decidono di lasciare il nostro paese per andare in Nord Europa in cerca di un lavoro. 

intervista a cura di Fabio Gioffrè

Da oggi inizieremo un ciclo di interviste che potremo definire ‘racconti di vita’ o più semplicemente libere scelte di dove costruire il proprio futuro senza buttare via anni nel 'nulla'. Chiederemo ai protagonisti di queste ‘emigrazioni’ quanto sia valsa la pena e quanto sia stato difficile lasciare l’Italia, la famiglia e il bel clima, per approdare in un nuovo paese le cui tradizioni hanno molto poco a che fare con l’Italia... (continua)
martedì, maggio 10, 2016

La Rai Uno parla di antimafia con la fiction "Felicia Impastato"

Felicia Impastato, una storia di coraggio, impegno civile e determinazione quella andata in onda sulla la rete ammiraglia della Rai. 

di Fabio Gioffrè 

Lunetta Savino è estremamente convincente nel ruolo di una madre siciliana a cui è stato ammazzato il figlio, Peppino Impastato. L'impegno e la perseveranza di Felicia è trasposta nella fiction come nella realtà, come un passaggio di testimone ideale: il figlio barbaramente ucciso, che passa idealmente il vessillo della lotta alla mafia alla madre... (continua)
giovedì, maggio 05, 2016

Gli uomini mentono ma le intercettazioni NO. E Pino Maniaci?

Le intercettazioni fatte dai carabinieri di Partinico, coordinati dalla Procura distrettuale di Palermo, svelano la verità sull’eroe antimafia di Telejato: non era minacciato dai boss, ma dal marito della sua amante, che gli avrebbe bruciato l'auto e impiccato i cani. Pino Maniaci per anni ha detto: "Sono perseguitato dalla mafia, per le mie inchieste".

Editoriale di Fabio Gioffrè

Più di una volta dalle pagine del mio quotidiano mi sono schierato in difesa e solidarietà per Pino Maniaci, nella convinzione, senza ombra di dubbio, che il Direttore di Telejato fosse un eroe dei nostri tempi. Ho ammirato il coraggio di Maniaci; per me era il prode giornalista siciliano che usa la sua modesta emittente televisiva, per denunciare pubblicamente i mafiosi e i loro loschi traffici.  Denuncia dopo denuncia, con mirabile determinazione, il giornalista paladino dell'antimafia ha resistito a decine di minacce di morte rivolte direttamente a lui e alla sua famiglia ... (continua)
giovedì, febbraio 12, 2015

Terza sera di Sanremo, all'insegna delle stelle

Super ospiti della serata gli Spandau Ballet e collegamento dalla stazione spaziale con Samantha Cristoforetti.

di Fabio Gioffrè

Sanremo, in semifinale Amara e Giovanni Caccamo. Apre la terza serata del Festival di Sanremo la sfida diretta tra i giovani. Giovanni Caccamo vince il primo "duello" contro Serena Brancale, con "Ritornerò da te". La seconda sfida è vinta da Amara, con "Credo", contro Rakele che ha cantato "Io non lo so cos'è l'amore". E Conti sbaglia, invertendo i nomi. Amara tornerà sul palco dell'Ariston domani per le semifinali. Risolto il giallo di Arisa. Assente al collegamento con il Tg1 per "un piccolo incidente", è invece sul palco dell'Ariston accanto a Carlo Conti... (continua)
mercoledì, giugno 04, 2014

Scandalo della corruzione su Venezia, Mose: 35 arresti per tangenti

Un centinaio di persone indagate, l'accusa è di corruzione, concussione e riciclaggio 

di Fabio Gioffrè 

Il sindaco di Venezia Orsoni è stato arrestato nell'inchiesta della procura di Venezia per corruzione, concussione e riciclaggio. Sono 35 gli arrestati (25 in carcere, 10 ai domiciliari), mentre un centinaio sarebbero gli indagati sulle presunte tangenti pagate per gli appalti del Mose, il sistema di dighe mobili. Numerosi i politici coinvolti, tra cui il senatore Fi Giancarlo Galan, sul quale pende una richiesta di arresto. In manette anche l'assessore regionale alle Infrastrutture Renato Chisso e il consigliere regionale Pd Giampietro Marchese ... (continua)
lunedì, marzo 03, 2014

Marchini, consigliere comunale a Roma, su Radio 24: “Meglio il commissario di Marino. Renzi ha gia commissariato Roma”

“Renzi di fatto ha commissariato Roma. Solo Marino non l’ha capito”. Lo afferma a Mix24 Alfio Marchini, imprenditore, consigliere comunale di Roma, intervistato da Giovanni Minoli su Radio 24. (ascolta)

di Fabio Gioffrè

“In questi mesi abbiamo imparato a conoscere la difficoltà di Marino a relazionarsi con la realtà. Ma lo capirà. Ora stiamo andando nella direzione giusta ma è bene dire chiaramente che, al netto di tutti gli aiuti del ‘Salva Roma’, nel 2014 il buco sarà di un ulteriore 600 milioni di euro.” – continua Alfio Marchini a Mix24 - A novembre, avevo detto che, qualora non si fosse approvato il bilancio previsionale tra l’altro a novembre, sarebbe arrivato il commissario. Oggi mi sembra che sia chiaro a tutti che un commissario è il male minore, rispetto ad andare avanti con questa giunta... (continua)
domenica, febbraio 23, 2014

Arisa vince la 64° edizione del Festival di Sanremo

Serata finale di Sanremo, vince Arisa. Istrione cominico della serata Maurizio Crozza e grande rock con Ligabue

di Fabio Gioffrè 

In finale Arisa, Raphael Gualazzi e Renzo Rubino. Ma la vittoria è di Arisa , con la canzone Controvento.
Il premio per il miglior testo va a Cristiano De Andrè con la canzone "Invisibili".

"Vi dichiaro marito e moglie finché Sanremo non vi separi", così Terence Hill-Don Matteo celebra il matrimonio tra Fabio Fazio e Luciana Littizzetto in apertura della finale del festival di Sanremo. Segue una canzone cantata dai due novelli sposi: "Un corpo e un'anima... (continua)
sabato, febbraio 22, 2014

Sanremo d'autore, la quarta serata è dedicata ai grandi autori della musica italiana

Ricca di eventi la quarta serata del Festival, purtroppo funestata dalla notizia della morte di Francesco Di Giacomo, cantante della storica band "Banco del Mutuo Soccorso". 

di Fabio Gioffrè

Finalmente un ricordo dedicato al grande Sergio Endrigo e il luogo è quello giusto, il mitico palco dell'Ariston. La voce è quella di Marco Mengoni che inaugura la serata con la bellissima "Io che amo solo te", il capolavoro di Sergio Endrigo che è tra le più belle canzoni italiane della storia. Simpatico lo sketch della Littizzetto che ha visto il maestro Vessicchio travestito da misterioso amante con un casco da motociclista che gli celava il volto... (continua)
venerdì, febbraio 21, 2014

Sanremo, terza serata. Allegria con Renzo Arbore e la sua 'Orchestra Italiana'.

L'omaggio emozionante al grande maestro scomparso da poco, Claudio Abbado, il flash mob finto fuori programma e grande musica napoletana con Renzo Arbore 

di Fabio Gioffrè

La tragedia che sta insanguinando l'Ucraina era una nota che Sanremo doveva suonare, ci ha pensato Fabio Fazio a rivolgere un pensiero alle vittime degli scontri: "Sanremo è molto visto anche nei Paesi dell'Est. E parlando dell'Est il pensiero di tutti noi va ai fatti terribili, tragici che la cronaca ci sta raccontando". In apertura di serata anche il doveroso ricordo del grande maestro d'orchestra Claudio Abbado, scomparso recentemente. Ad onorare la memoria del grande maestro ci ha pensato l'Orchestra Filarmonica del teatro la Fenice diretta dal maestro Diego Matheuz... (continua)
giovedì, febbraio 20, 2014

Seconda serata di Sanremo, entusiasmo del pubblico per Franca Valeri e Claudio Baglioni

Apertura della seconda serata all'insegna della 'storia' della Rai. 

di Fabio Gioffrè

Le gemelle Kessler e Claudio Santamaria, che vedremo dopo Sanremo nei panni del Maestro Manzi nella nuova fiction della Rai, rappresentano il glorioso e nostalgico passato della nostra Tv nazionale. Alice ed Ellen Kessler, classe 1936, entrate in scena ballando e cantando "Quelli belli come noi", sigla di "Canzonissima" del 1969, stupiscono per l'energia e la freschezza nonostante l'età... (continua)
mercoledì, febbraio 19, 2014

Prima serata di Sanremo, in apertura contestazioni e minacce di suicidio

Sanremo subito choc. Durante il primo monologo di Fazio due lavoratori hanno minacciato di lanciarsi da un'impalcatura 

di Fabio Gioffrè 

Sipario del teatro Ariston bloccato, questo è il primo inconveniente che Fazio è stato costretto a tamponare improvvisando e tenendo la scena con assoluta disinvoltura. La seconda 'pericolosa' interruzione Fazio l'ha avuta durante una lettura sui danni paesaggistici al nostro Paese: la lettura viene interrotta dalle urla in sala di due spettatori - lavoratori non pagati da mesi - che saliti su un'impalcatura chiedevano di leggere una lettera. Come una scena già vista, Fazio ripete le gesta di Pippo Baudo ai tempi del tentato suicidio in teatro... (continua)
lunedì, gennaio 13, 2014

Intervista a Antonella Colonna Vilasi, autrice de "La storia del Mossad"

L’incontro con Antonella Colonna Vilasi, autrice del libro dal titolo ”La storia del Mossad” (Sovera Edizioni), è l’apertura di una finestra su un mondo quale quello arabo e della questione ebraica, e sul sistema dell’intelligence, elemento nevralgico su cui si basa la difesa dello Stato israeliano. 

di Fabio Gioffrè

Ogni nazione ha un proprio organismo di sicurezza e di servizi di intelligence: secondo la sua opinione, per Israele, la costituzione del Mossad ha rappresentato un simbolo della ricerca e difesa dell’entità dello stato ebraico? 

Il libro delinea brevemente la storia di una delle organizzazioni più riconosciute e anche potenti del mondo “Il Mossad”, l’istituto centrale dell’intelligence e delle missioni speciali israeliano che ha la sua sede a Tel Aviv. Venne costituito nel 1951 per la sicurezza dello stato israeliano con la finalità di accentrare l’intelligence in unico ente... (continua)
sabato, giugno 08, 2013

Usa, sparatoria in un college di Santa Monica: morti e feriti

Ennesima sparatoria in un college degli Stati Uniti (video della sparatoria)

di Fabio Gioffrè 

La sparatoria è avvenuta nel campus di un college che ospita 34 mila studenti, verso le 13.00, e si è conclusa con tre morti e quattro feriti. Cinque minuti prima del parapiglia la limousine del presidente Barack Obama era passata proprio dallo stesso punto scelto dallo sparatore. Obama si trovava a Santa Monica per un fundraising con sostenitori democratici... (continua)
mercoledì, gennaio 23, 2013

Caso Claps, la procura di Salerno chiede agli inglesi il rientro temporaneo in Italia di Danilo Restivo

Restivo è recluso in carcere a Londra, ma in occasione della prima udienza del processo d’appello per il delitto Claps potrebbe essere trasferito in Italia, previa autorizzazione della giustizia britannica. 

di Fabio Gioffrè 

Il processo Claps avrà inizio il 29 gennaio a Salerno. L’imputato è già stato condannato dalla giustizia italiana a 30 anni di reclusione durante il processo di primo grado. Dopo la condanna in contumacia la Gran Bretagna non concesse l’estradizione perché Restivo sta scontando una condanna anche in Inghilterra per l’omicidio di Heather Barnett, altra vittima del maniaco. Gli avvocati della difesa rendono noto ai giudici italiani che Restivo vorrebbe venire in Italia per difendersi e gridare la sua innocenza... (continua)
mercoledì, maggio 23, 2012

Venti anni fa la strage di Capaci: intervista a Brizio Montinari, fratello di Antonio, uno dei tre uomini della scorta morti

La strage di mafia fu organizzata per uccidere il giudice Giovanni Falcone, che morì assieme alla moglie Francesca Morvillo e tre agenti della scorta. Abbiamo chiesto a Brizio Montinaro, fratello di uno degli agenti uccisi, di ricordare il fratello e quella tragica giornata. 

di Fabio Gioffrè 

Era il 23 maggio 1992. Sono passati venti anni dal quel giorno indelebile nella memoria di tutti gli italiani. La mafia fece esplodere un carico di tritolo che pose fine alle vite del giudice Giovanni Falcone, del magistrato Francesca Morvillo e degli agenti della scorta. Falcone era da poco atterrato all’aeroporto di Punta Raisi. Altre due auto lo scortavamo sull’autostrada A29, dirette verso Palermo. Nella prima vettura viaggiava l’agente scelto Antonio Montinaro, nella seconda gli agenti Vito Schifani e Rocco Di Cillo... (continua)
sabato, novembre 05, 2011

“Giorno per giorno”, la nuova rubrica settimanale di Lpl
curata da Mimosa Martini, volto storico del Tg5

Uno spaccato della cronaca settimanale ma anche una riflessione veloce e attenta sui fatti che hanno caratterizzato l’attualità nazionale ed internazionale della settimana appena trascorsa

La Perfetta Letizia dà il via ad una nuova rubrica settimanale curata dalla nota giornalista del Tg5 Mimosa Martini: "Giorno per giorno", un'agenda di news che Lpl offre ai propri lettori, che potranno così ripercorrere la settimana della cronaca e della politica attraverso lo sguardo attento di chi le notizie le racconta quotidianamente in uno dei tg più importanti del paese. Mimosa Martini in 'Giorno per giorno' non è solo la cronista, ma anche l'opinionista capace di stimolare nel lettore (in questo caso spettatore), la voglia di approfondire le notizie a volte "sorvolate" dai vari tg nazionali... (continua)
martedì, ottobre 04, 2011

Festa di San Francesco patrono d’Italia.
Gli auguri di “La Perfetta Letizia"

La preparazione di questo giorno di festa è iniziata, come da tradizione, nei tre giorni che l’hanno preceduta con il tradizionale ‘Triduo’ di preghiera

di Fabio Gioffrè

Questi giorni di messe dedicate a San Francesco aiutano i fedeli a ravvivare la memoria storica e spirituale di questo Santo che continua ad essere amato in tutto il mondo, non solo dai cattolici. Esiste infatti un grosso movimento trasversale di francescani non cattolici, a dimostrare quanto il ‘poverello di Assisi’ sia stato capace di esprimere sentimenti universali come la pace, il dialogo tra le religioni e l’amore per il creato. Un altro momento che unisce i francescani di tutto il mondo in occasione di questa festa è il cosiddetto ‘Transito’, ossia la commemorazione del momento in cui San Francesco muore. Esso viene celebrato nelle chiese francescane la sera precedente al 4 ottobre... (continua)
martedì, marzo 22, 2011

Libia: Gheddafi non ferma il massacro dei rivoltosi

Secondo fonti militari Nato un cacciabombardiere americano F-15E Eagle è precipitato questa mattina per un'avaria ai motori, uno due piloti è sopravvissuto ed è stato tratto in salvo dai ribelli.

di Fabio Gioffrè

L'esercito di Gheddafi intanto continua ad attaccare le sacche di rivoltosi ancora attive e concentra i bombardamenti dell'esercito sulle città di Zenten e di Misurata. In quest'ultima, durante le prime ore di questa mattina, i carri armati dell'esercito hanno sferrato un violento attacco con colpi di artiglieria provocando una strage. A terra sono rimasti almeno 40 morti fra cui quattro bambini colpiti e uccisi dalle granate mentre erano a bordo di un'auto.
... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa