Visualizzazione post con etichetta Monica Cardarelli. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Monica Cardarelli. Mostra tutti i post
martedì, novembre 28, 2017

Persone e imprese in cammino verso il raggiungimento del bene comune

Sabato 25 novembre si è svolto, presso il Gran Teatro Valdocco del centro salesiano a Torino, il primo convegno organizzato dalla AIPEC, Associazione italiana imprenditori per un’economia di comunione.

di Monica Cardarelli

Nata cinque anni fa nell’ambito del Polo imprenditoriale Lionello Bonfanti (www.pololionellobonfanti.it), l’AIPEC (www.aipec.it) è un’associazione che si ispira all’economia di comunione, voluta e promossa da Chiara Lubich: durante un viaggio in Brasile, Chiara rimase colpita dalla grande ingiustizia del divario tra ricchi e poveri, e iniziò a sognare un’economia che, ponendo al centro la persona e non il capitale, si prendesse cura anche degli ultimi, includendoli nel ciclo economico, considerando la loro dignità di persone.

L’economia di comunione, riprendendo i principi dell’economia civile, opera sia attraverso l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, sia con la condivisione di parte degli utili dell’azienda con chi è in difficoltà, con l’intento di contribuire così a ristabilire un criterio di giustizia... (continua)
lunedì, novembre 14, 2016

Il Giubileo degli esclusi: il sogno di una Chiesa povera per i poveri

Si è concluso domenica 13 novembre il Giubileo dei senza fissa dimora, degli esclusi, voluto da Papa Francesco e reso possibile grazie al lavoro dei volontari dell’associazione francese “Fratello”.

di Monica Cardarelli

Nel 2014 alcune parrocchie francesi e associazioni che si occupano dei senza fissa dimora si sono recate a Roma in udienza da Papa Francesco. L’entusiasmo nato da quell’incontro ha spinto i volontari a sognare un evento più ampio che raccogliesse i poveri da tutta Europa. Dopo mesi di riflessione, i responsabili furono contattati dal Vaticano e gli fu espressa la volontà di Papa Francesco di dedicare ai senza fissa dimora un evento giubilare, in occasione della chiusura delle porte sante di tutto il mondo... (continua)
lunedì, novembre 07, 2016

L’ora di ricevimento (banlieue), il nuovo testo teatrale di Stefano Massini

È in scena nei teatri italiani per la stagione di prosa 2016/2017, L’ora di ricevimento (banlieue), con Fabrizio Bentivoglio e la compagnia di giovani del Teatro Stabile dell’Umbria, per la regia di Michele Placido.

di Monica Cardarelli

Commissionato e prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria, il nuovo testo di Stefano Massini, “L’ora di ricevimento (banlieue)” è stato messo in scena al Teatro Signorelli di Cortona lo scorso 27 ottobre, dove ha registrato il tutto esaurito... (continua)
giovedì, ottobre 20, 2016

Storie del buon Dio, di Rainer Maria Rilke, ovvero il senso della vita

Non è facile parlare di Dio e ancor più difficile è scrivere di Lui; ma quando a farlo è la penna di Rainer Maria Rilke, tutto sembra più semplice. 

recensione di Monica Cardarelli

“Storie del buon Dio”, edito da Edizioni Paoline, fu scritto alla fine del 1899 e rappresenta un piccolo gioiello di letteratura. Con estrema leggerezza e altrettanta profondità, Rilke accompagna il lettore in un percorso piacevole, ironico e intenso attraverso racconti che lui stesso narra ad alcuni suoi amici e vicini di casa, affinché raccontino le storie sul buon Dio ai bambini. Un modo simpatico per parlare agli adulti e farli riflettere anche sull’insegnamento ai più piccoli, per creare una relazione tra generazioni in cui non sono i grandi però ad insegnare ai bambini ma l’arricchimento è reciproco.  I bambini infatti colgono subito con semplicità alcuni aspetti del racconto che agli adulti non sono comprensibili perché non spiegabili razionalmente. Su questo assioma gioca Rilke che con il suo stile tutto personale, poetico e diretto, semplice e riflessivo, propone tredici storie che parlano di Dio ... (continua)
mercoledì, ottobre 05, 2016

Festival Francescano 2016: Tu sei pace, tu sei speranza

Si è appena conclusa l’ottava edizione di Festival francescano che per il secondo anno si è svolto a Bologna, sul tema del perdono.

di Monica Cardarelli

Quasi 50.000 presenze nei tre giorni di festival per l’ottava edizione di Festival francescano, che si è svolta a Bologna il 23, 24 e 25 settembre scorsi. Il tema di questa edizione, il perdono, non era da poco. Più di 150 appuntamenti tra conferenze, workshop, laboratori didattici, spettacoli che hanno affrontato da diversi punti di vista il tema scelto. Ciò che colpisce non è solo l’affluenza, i numeri, ma la qualità della partecipazione:... (continua)
martedì, settembre 13, 2016

Fraternità e servizio: eletto il nuovo consiglio nazionale della Gi.Fra. d’Italia

Fraternità e servizio: eletto il nuovo consiglio nazionale della Gi.Fra. d’Italia Si è svolto dal 25 al 28 agosto, a Santa Maria degli Angeli, il Capitolo elettivo nazionale della Giovantù Francescana d’Italia (Gi.Fra.). Abbiamo ora l’occasione di rivolgere alcune domande al neo presidente, Riccardo Insero.

Intervista a cura di Monica Cardarelli

Nell’ultimo Capitolo nazionale Gi.Fra. sei stato eletto presidente. Non è il primo incarico per te, il tuo percorso nella Gi.Fra. prosegue da anni e per anni sei stato responsabile di comunicazioni sociali e web per la fraternità regionale della Toscana. Considerato il tuo cammino di crescita personale e comunitario, che senso ha assunto per te coprire un incarico in Gi.Fra.: responsabilità, servizio… ? ... (continua)
mercoledì, giugno 01, 2016

Processo verbale di assoluzione in articulo mortis di frate Elia

Si è svolta sabato 28 maggio presso il convento di san Francesco a Cortona, la conferenza del prof. Attilio Bartoli Langeli sul documento del processo verbale di assoluzione in articulo mortis di frate Elia da Cortona. 

di Monica Cardarelli

Si tratta del documento redatto dal notaio Benvenuto, su richiesta di frate Velasco dell’ordine dei frati minori al tempo di Papa Innocenzo IV, che ha raccolto cinque testimonianze per verificare i segni di pentimento di frate Elia. La pergamena conservata presso il Sacro Convento di Assisi, con molta probabilità una seconda stesura di una minuta preesistente, convinse il pontefice che convalidò l’assoluzione della scomunica di frate Elia... (continua)
venerdì, marzo 18, 2016

Sono nata il ventuno a primavera

Il 21 marzo, giorno della nascita di Alda Merini, sarà presentato il Premio Poesia Casa Museo Alda Merini organizzato dal “La casa delle artiste” di Milano. Abbiamo ora l’occasione di rivolgere alcune domande alla presidente, Bruna Colacicco.

di Monica Cardarelli 

D. Quando nasce l’idea di costituire “La casa delle artiste” e perché?

L’idea nasce dall’incontro di un gruppo di donne fra le quali c’era un’elevata rappresentanza di artiste attive in tutte le forme d’arte. C’erano una pittrice, due fotografe, una videomaker, due performer, una poeta, tre attrici, una danzatrice, una musicista... Le altre amiche non artiste erano appassionate di arte... (continua)
martedì, marzo 01, 2016

Lo sguardo di Filippo

Riprendiamo la conversazione con Anna e Antonio, per conoscere ancora meglio Filippo e la sua vita. (link I parte dell'intervista) <

intervista a cura di Monica Cardarelli

D. Filippo era un ragazzo vivace e socievole ma durante la malattia e dopo la sua morte avete avuto riscontri e risonanze delle relazioni che aveva creato e di tutto l’affetto che aveva donato…ce ne volete parlare?

R. Credo che proprio alla sua morte ci siano state le manifestazioni più forti e chiare di quello che Filippo aveva seminato nella sua breve vita: la sera prima di andarsene, quando era già sedato, diversi genitori dei suoi compagni di basket sono passati a salutarlo ed i nostri vicini di casa... (continua)
lunedì, febbraio 29, 2016

Lo sguardo di Filippo

In questo anno della misericordia vogliamo proporre un confronto con chi si è trovato a dover perdonare e ad accettare una situazione di morte. Lo facciamo attraverso le parole di Anna e Antonio, una coppia come tante altre, due genitori come tanti altri, ma con un’esperienza di vita vissuta in più, una di quelle esperienze che ti cambia l’esistenza, rischiando di annientarti. (prima parte)

intervista a cura di Monica Cardarelli

Non è questo il caso loro. Li incontriamo, e dai loro sguardi, dai loro sorrisi traspare una serenità e una forza nate dalla sofferenza vissuta che permane per la perdita del loro unico figlio, Filippo. A distanza di due anni, vogliono parlarne, raccontare di Filippo, non per un ricordo nostalgico ma per trasmettere tutta la vita che era in lui. Si mettono in gioco con semplicità, come farebbe ogni genitore per il proprio figlio e per tutti coloro che possono essere aiutati dalla loro testimonianza. Mostrano, con l’orgoglio di ogni genitore, gli scritti di Filippo e le sue foto, quelle in cui è ritratto con i familiari, con gli amici, in vacanza…fieri di lui... (continua)
mercoledì, ottobre 07, 2015

Sinodo sulla famiglia, “Today, family!”

In occasione della chiusura del Sinodo dei Vescovi per la Famiglia, giovedì 22 ottobre la Basilica di San Crisogono in Roma (piazza Sonnino n. 44) ospiterà l’evento “Today, family!” (scarica la locandina qui)

Unico evento culturale del Sinodo sulla famiglia, “Today, family!” propone momenti di preghiera, culturali e artistici, con l’intento di riflettere e promuovere la famiglia come valore e luogo d’incontro.

L’evento avrà inizio giovedì 22 ottobre alle 17h30 con la celebrazione della S. Messa presieduta da Mons. Matteo Zuppi, Vescovo Ausiliare Settore Roma Centro; ... (continua)
mercoledì, settembre 30, 2015

Festival francescano a Bologna: in piazza per Sorella nostra madre terra

Si è chiusa la settima edizione di Festival francescano con 40.000 presenze accolte in piazza Maggiore a Bologna. Lanciato il tema della prossima edizione: il perdono. 

di Monica Cardarelli
 
Si è svolta dal 25 al 28 settembre la settima edizione di Festival francescano che quest’anno è stata accolta dalla città di Bologna. Lo spazio di piazza Maggiore e piazza del Nettuno è stato riempito dagli stand del Festival francescano e da 40.000 persone che hanno vissuto le intense giornate. La stessa piazza in cui nell’agosto del 1222 Francesco predicò contro le guerre, le lotte intestine, cercando di riportare la pace ... (continua)
mercoledì, febbraio 25, 2015

Quando le donne sono prese sul serio

Si è svolta dal 4 al 7 febbraio l’Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio della Cultura sul tema “Le culture femminili: tra uguaglianza e differenza”, a cui ha partecipato anche suor Mary Melone, Rettore della Pontificia Università Antonianum di Roma, con cui abbiamo il piacere di dialogare. 

di Monica Cardarelli 

Quattro giorni di incontri, di lavori e di confronto sempre preceduti dalla messa mattutina e conclusi con una preghiera. Un’occasione preziosa, quella offerta dal Pontificio Consiglio Cultura, per riparlare del mondo delle donne a 360 gradi, manifestando la volontà di ascoltarle, di dare loro voce e di conoscere quello sguardo sul mondo che solo loro possono dare. Voci “troppe volte silenziate” in passato come ha affermato Mons. Ravasi in occasione dell’evento inaugurale al Teatro Argentina... (continua)
domenica, febbraio 01, 2015

Scoperto un nuovo codice sulla vita di san Francesco

È di questi giorni la notizia del ritrovamento di un nuovo piccolo manoscritto sulla vita di san Francesco, semplice, «francescano in senso letterale, umile e povero, senza decorazioni o miniature» ma decisamente importante.

di Monica Cardarelli

A definirlo così in un’intervista a L’Osservatore Romano è lo storico medievista Jacques Dalarun, autore della scoperta. Da anni seguiva le tracce di un manoscritto “intermedio” sempre opera del biografo fra Tommaso da Celano, la cui redazione si collocherebbe tra il 1232 e il 1239 quindi tra la cosiddetta Vita Prima e Vita Seconda. Finalmente, con l’aiuto del collega Sean Field della State University del Vermont, Jacques Dalarun è riuscito a rintracciare un manoscritto facente parte di una collezione privata ed è venuto a sapere che sarebbe stato messo all’asta... (continua)
venerdì, gennaio 02, 2015

“Non più schiavi, ma fratelli”, il Messaggio di papa Francesco per la XLVIII giornata mondiale della pace

Nel Messaggio per la XLVIII giornata mondiale della pace del 1° gennaio 2015 dal titolo “Non più schiavi, ma fratelli”, papa Francesco invita ad una riflessione sulle nuove forme di schiavitù sollecitando un intervento fattivo da parte di tutti.

di Monica Cardarelli

Il Messaggio per il 1° gennaio dello scorso anno di papa Francesco era stato dedicato alla fraternità che ci “sospinge verso la comunione con gli altri, nei quali troviamo non nemici o concorrenti, ma fratelli da accogliere ed abbracciare”. Poiché l’uomo è un essere relazionale che si realizza come tale solo nelle relazioni con i suoi simili quindi in un contesto di rapporti interpersonali, “è fondamentale per il suo sviluppo che siano riconosciute e rispettate la sua dignità, libertà e autonomia.” sottolinea papa Francesco nel messaggio del 1° gennaio 2015. Viene ripreso quindi il tema della fraternità come punto di partenza per soffermarsi a riflettere e non solo, sulle nuove forme di schiavitù che privano l’uomo della sua dignità di persona umana e di figlio di Dio, fratello nostro e di Gesù Cristo... (continua)
lunedì, dicembre 22, 2014

Il Magnificat di Chiara alla scuola di Maria

Avvicinandoci al Natale vogliamo fermarci a riflettere sulle parole di Maria nel saluto alla cugina Elisabetta e riprendere la riflessione di Monica Cardareli proposta al Festival francescano che si è tenuto a Rimini lo scorso settembre per considerare come anche per Chiara d’Assisi la vita è stata una costante lode al Signore. 

di Monica Cardarelli 

Come Francesco viene riconosciuto “altro Cristo”, così Chiara può essere considerata “altra Maria”. Tutta la sua vita è stata vissuta a imitazione della madre di Gesù e Madre nostra: anche nella lode costante a Dio Chiara vive la sua vita come un continuo Magnificat. Dopo l’annuncio dell’angelo Maria va in fretta dalla cugina Elisabetta, si mette in cammino. Non aspetta, non resta nella sua casa a pensarci su ma esce per andare incontro all’altro. Anche Chiara è fuggita dalla casa paterna la notte della domenica delle Palme ed è corsa fino alla Porziuncola, in fretta perché non c’era tempo da perdere... (continua)
lunedì, dicembre 15, 2014

Riappropriarsi della propria vita per non essere uomini, donne e bambini in fuga

“Torniamo ad abitare il territorio, di cui dobbiamo prenderci cura; riappropriamoci della vita familiare; recuperiamo gli spazi di socialità” sono alcune delle parole pronunciate da padre Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento di Assisi, nel suo saluto. 

di Monica Cardarelli

Si è svolto ad Assisi, il tradizionale concerto di Natale che ogni anno si tiene nella Basilica Superiore di San Francesco, e che sarà trasmesso il 25 dicembre in Eurovisione su Rai 1 dopo la benedizione Urbi et Orbi di Papa Francesco. Giunto ormai alla XXIX edizione, il concerto natalizio quest’anno era diretto dal MaestroSteven Mercurio, con la partecipazione di Nicola Piovani, Anggun, Valentina Varriale, soprano, Susy Sebastiano, mezzosoprano, Pino Ingrosso, tenore... (continua)
lunedì, novembre 17, 2014

Mon âge e l’età interiore

In occasione di una lettura pubblica di Fabienne Jacob organizzata dall’associazione culturale Val de Lire di Beaugency (www.valdelire.fr), piccolo borgo medievale nella regione del Loiret e dei castelli della Loira, abbiamo avuto modo di parlare con la scrittrice dei suoi romanzi e della scrittura. 

di Monica Cardarelli 

Fabienne Jacob è una scrittrice francese nata a Créhange in Mosella nella regione della Lorena e cresciuta a Guessling-Hémering dove ha vissuto fino all’età di 17 anni. La sua lingua materna non è il francese ma quella che viene chiamata il Platt lorrain. Ha insegnato a Mayotte nelle isole Comores e attualmente vive e lavora a Parigi. Ha al suo attivo una raccolta di novelle e 4 romanzi: nel 2003 Les après-midi, ça devrait pas exister, Éditions Buchet/Chastel, che ha ricevuto il Prix Renaissance de la Nouvelle 2005 ; Des louves, Éditions Buchet/Chastel, nel 2006 per giungere fino al più conosciuto Corps, Éditions Buchet/Chastel del 2010 che ha ricevuto il Prix Thyde Monier 2010 della Société des gens de lettres ... (continua)
venerdì, novembre 07, 2014

Frate Francesco: tracce, parole, immagini

Presentata ieri mattina alla Sala Stampa Estera la mostra Frate Francesco: tracce, parole, immagini che per la prima volta porterà presso la sede ONU di New York manoscritti e miniature riguardanti san Francesco e il mondo francescano 

di Monica Cardarelli 

Dal 17 al 28 novembre presso la sede dell’ONU di New York e dal 2 dicembre al 14 gennaio la mostra sarà esposta al Brooklyn Borough Hall così da raggiungere un maggior numero di pellegrini: dal 28 marzo al 31 maggio sarà esposta presso il Sacro Convento di Assisi. La mostra è stata presentata questa mattina da Ken Hackett, ambasciatore USA presso la Santa Sede, padre Enzo Fortunato... (continua)
martedì, ottobre 21, 2014

Angelo Roncalli e Francesco d’Assisi

Si è svolto sabato 11 ottobre, presso l’Università Antonianum di Roma, l’incontro con Marco Roncalli dal titolo “Giovanni XXIII: una vita segnata da san Francesco”, organizzato dall’Ordine Francescano Secolare di Sant’Antonio con l’adesione dell'Istituto Francescano di Spiritualità, il Centro Studi "San Carlo da Sezze" e il Centro Culturale Aracoeli. 

di Monica Cardarelli

Marco Roncalli oltre ad essere pronipote di san Giovanni XXIII, è anche un noto saggista di letteratura religiosa, storia della Chiesa e cultura del Novecento, a cui fra l’altro è stato assegnato da poco il premio Basilicata 2014 e dal 2010 è presidente della Fondazione "Papa Giovanni XXIII" di Bergamo.
La data scelta per l’incontro era significativa perché, oltre ad essere il giorno in cui ricorre – e quest’anno per la prima volta - la festa liturgica di san Giovanni XXIII... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa