Visualizzazione post con etichetta cinema per il sociale. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta cinema per il sociale. Mostra tutti i post
giovedì, ottobre 13, 2016

"Portami Via", serata di presentazione a Milano del documentario dedicato ai Corridoi Umanitari

Si terrà a Milano la presentazione del documentario di Marta Santamato Cosentino dedicato al progetto dei Corridoi Umanitari tra Italia e Libano.

Dal Libano all’Italia. Il racconto del viaggio di una famiglia siriana alla drammatica ricerca di una vita migliore. Il documentario è stato realizzato dalla giornalista Marta Santamato Cosentino ed è la fotografia dei cambiamenti che sconvolgono la vita di una famiglia nel bel mezzo di una guerra."Portami via" è un documentario dedicato al tema dei Corridoi Umanitari, verrà presentato a Milano in data 17 Ottobre a partire dalle ore 19 presso l’Ostello Bello di via Medici, 4. Autoprodotto da Marta Santamato Cosentino e Invisibile Film... (continua)
martedì, aprile 05, 2016

Superuomini di tutto il mondo unitevi

Un corto ma anche un teaser per un progetto più impegnativo: Code 8, la nuova produzione di Stephen e Robbie Amell. Metafora sociale sulle minoranze.

Fantascienza.com - Nel poco tempo libero lasciato dall'attività di vigilante sotto le spoglie di Green Arrow, Stephen Amell si sta dedicando in questi ultimi tempi a un progetto chiamato Code 8. Con lui lavora anche il fratello Robbie Amell (The Tomorrow People, The Flash, ma visto anche recentemente in X-Files nei panni dell'agente Miller). Il progetto è nato come un corto, ma pare che poi i due fratelli ci abbiano preso gusto e abbiano lanciato una sottoscrizione su Indiegogo per finanziare un vero e proprio film... (continua)
martedì, marzo 15, 2016

Arriva iMom, la mamma artificiale

È un genitore efficiente, instancabile e soprattutto fidato. 

di Paolo Antonio Magrì 

Dopo iMac, iPod, iPhone e iPad arriva iMom. Tutti pronti a rottamare le mamme "umane"? Tranquilli! Per adesso ci teniamo le nostre care mamme in carne e ossa, ma il regista australiano Ariel Martin ha scelto l’evocativo titolo iMom per targare il suo corto che affronta un tema molto spinoso e che sempre più impone una riflessione: la difficoltà delle nuove generazioni di genitori (“mestiere” importante per il quale non vengono richiesti ... (continua)
giovedì, maggio 29, 2014

"A testa alta", fiction dedicata ai martiri di Fiesole, per i 200 anni dell'Arma

Presentata la fiction "A testa alta". La produzione, a cura della Rai, si inserisce nell'ambito delle celebrazioni per il Bicentenario dell'Arma. 

"I duecento anni dei Carabinieri rappresentano duecento anni di storia patria. Per questo stiamo preparando uno speciale sull'Arma per Rai Storia". Così il Direttore Generale della Rai, Gubitosi, presentando il film tv "A testa alta", di Maurizio Zaccaro, in onda il 2 giugno su Rai Uno, storia di tre carabinieri che a Fiesole nel 1944 si consegnarono ai nazisti per salvare la vita alla popolazione. "I carabinieri sono una garanzia per il Paese e la Rai è lieta di raccontarli", ha detto il presidente Rai, Tarantola, presentando la fiction alla Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma... (continua)
giovedì, aprile 24, 2014

Al cinema "La sedia della felicità", ultimo film di Carlo Mazzacurati, scomparso in gennaio

Da oggi nelle sale italiane “La sedia della felicità”, l’ultimo film girato dal regista padovano Carlo Mazzacurati, scomparso lo scorso gennaio all’età di cinquantasette anni, dopo una lunga malattia vissuta con esemplare dignità, rispetto per la vita e per la morte. Il servizio di Luca Pellegrini: ascolta

Radio Vaticana - Tre personaggi cercano la felicità in una sedia, perché racchiude un tesoro. Mazzacurati, prima di lasciarci, ha cercato la vita nei suoi film, i suoi risvolti misteriosi e malinconici, e ha cercato anche la sua personale porzione di felicità. Ha scritto il film nel tempo in cui la malattia ancora non lo aveva del tutto aggredito, lo ha girato quando la speranza terrena si era ormai affievolita del tutto. Ma non la virtù, quella che lo faceva sempre guardare in alto, guardare oltre: come dice Dino alla fine del film, “volare”, sempre che sia possibile. Schivo e amabilissimo, legato al territorio veneto che per lui rappresentava la cultura d’origine e una geografia dell’anima, dove sono ambientate anche le surreali vicende legate alla “sedia”... (continua)
mercoledì, novembre 20, 2013

Tertio Millennio Film Fest. Mons. Celli:
"Andare incontro all'uomo"

“Spero che il cinema ancora una volta sappia andare incontro all’uomo, calarsi nella sua realtà di oggi”, ma anche avere “la capacità di farci sognare e sperare”.

Radio Vaticana - Così mons. Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali (Pccs), intervenuto questa mattina alla presentazione dell’edizione 2013 del “Tertio Millennio Film Fest”, la XVII. Organizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo e dalla “Rivista del Cinematografo”, in collaborazione con il Centro sperimentale di cinematografia - Cineteca nazionale, il “Tertio Millennio Film Fest” è l’unico festival cinematografico italiano realizzato con il patrocinio dei Pontifici Consigli della cultura... (continua)
giovedì, ottobre 17, 2013

Il cinema del dialogo fra le religioni

Si è alzato il sipario sulla XVI edizione di Religion Today, il primo film festival itinerante dedicato alle pellicole che raccontano di fedi e dialogo interreligioso. Nato nel 1997 ha puntato al riconoscimento delle differenze come occasioni di apertura e accoglienza. Intervista alla direttrice artistica 

Città Nuova - La proiezione di “Queen” ha aperto ufficialmente il concorso cinematografico e quindi la carrellata dei 52 film selezionati tra circa 250 iscrizioni, provenienti da una ventina di Paesi di tutti i continenti. Tra questi la giuria internazionale, la giuria SIGNIS (World Catholic Association for Communication), e le giurie speciali del Festival sceglieranno le pellicole vincitrici nelle diverse sezioni. Katia Malatesta, direttrice del film festival Religion Today, spiega impostazione, obiettivi e prospettive del progetto... (continua)
mercoledì, gennaio 30, 2013

Arriva nelle sale italiane "Promised Land",
il film che ha fatto arrabbiare la lobby del petrolio

La pellicola svela i pericoli del fracking. La fratturazione idraulica, meglio conosciuta come fracking, per estrarre gas e petrolio dagli scisti è diventata ormai una dei più grandi motivi di scontro tra associazioni ambientaliste e comunità locali e l'industria degli idrocarburi ed i governi.

GreenReport - Se sono note le conseguenze sulle falde idriche e il contributo a scatenare piccoli terremoti, il fracking viene anche accusato di provocare danni alla salute umana (e un recente studio statunitense mostra anche danni al bestiame), emissioni accidentali molto alte di metano ed altri gas serra e un impatto ambientale forte. Per chi volesse informarsi su tutto questo guardando un film interessante, dal 14 febbraio uscirà anche in Italia "Promised Land" il nuovo film diretto da Gus Van Sant e interpretato da Matt Damon... (continua)
mercoledì, gennaio 30, 2013

Pasolini ispiratore e primo ospite di un cineforum cattolico: così è nata l'esperienza al Seraphicum

L'ateo e marxista Pier Paolo Pasolini, come era solito definirsi, è stato l'ispiratore di uno dei primi Cineforum cattolici di Roma, con il primato di essere ancora attivo e in ottima salute di pubblico dopo oltre quarantacinque anni. Ma un altro primato è sicuramente quello di aver voluto avviare questo spazio di riflessione ospitando proprio lo "scomodo" Pasolini, inviso a una cospicua parte degli ambienti cattolici.

Era la metà degli anni Sessanta quando padre Faustino Ossanna dell'Ordine dei frati minori conventuali, primo sacerdote alla parrocchia dei Santi Pietro e Paolo all'Eur, pensò di coinvolgere Pasolini in questa esperienza, invitandolo a proiettare e discutere il suo "Vangelo secondo Matteo", cui seguì un'altra partecipazione nel 1968 nell'attuale sede del Seraphicum dove era stato nel frattempo trasferito il Cineforum. Quando si parla di cinema in parrocchia si pensa a quei grandi saloni nei quali presentare film sulla vita di Gesù e dei santi, frutto di registi "sicuri", niente di controcorrente o di provocatorio... (continua)
lunedì, gennaio 28, 2013

Nei cinema "In Darkness" film di Agnieszka Holland, storia di un Giusto tra le nazioni

In occasione della Giornata della memoria, è nei cinema italiani il film “In Darkness” della regista polacca Agnieszka Holland.

Radio Vaticana - Storia di un polacco nella Leopoli del 1943 occupata dai nazisti, che accetta di nascondere, ma solo per soldi, un gruppo di ebrei, e che poi finirà per aiutarli seguendo la sua umanità, rischiando la vita, e divenendo uno dei Giusti tra le nazioni. Servizio di Francesca Sabatinelli: ascolta
E’ il 1943 a Lvov, Leopoli, città prima polacca, poi passata all’Ucraina sovietica, occupata nel ‘41 dai tedeschi, e che ha conosciuto orribili repressioni, soprattutto contro la popolazione ebraica, quasi interamente trucidata. E’ in questa Lvov che Leopold Socha, polacco cattolico, operaio delle fognature, dedito a piccoli furti per mantenere la famiglia, si troverà ad affrontare la scommessa più dura della sua vita: quella con la sua stessa umanità... (continua)
giovedì, gennaio 10, 2013

Oscar: 12 nomination per "Lincoln"
del duo Spielberg-Day-Lewis

Presentate a Los Angeles le candidature agli Oscar 2013, che verranno consegnati il prossimo 24 febbraio: ancora una volta Steven Spielberg si impone con "Lincoln", confermando le previsioni.  

Radio Vaticana - Una scelta che ha privilegiato film di grande spessore storico e civile, senza dimenticare però quelli capaci di affrontare anche la ricerca della fede e i problemi dell'etica, con le loro ripercussioni nella società moderna. La storia passata e quella più recente ancora una volta convince i giurati degli Oscar 2013. Sono capitoli soprattutto difficili e tragici di quella americana: "Lincoln" di Steven Spielberg, con dodici candidature, "Argo" di Ben Affleck con sette, "Zero Dark Thirty" di Kathryn Bigelow con cinque, tutti e tre in lizza per il miglior film. Giusto riflettere e non dimenticare, una dimostrazione che l'impegno sociale e civile... (continua)
sabato, dicembre 29, 2012

La migliore offerta

Torna sul grande schermo Giuseppe Tornatore, con un film da non perdere: un thriller psicologico di statura internazionale che scava nell'animo umano e parla di amore, vita, morte, illusione, paura. Nelle sale dal primo gennaio. Nel frattempo ci si intrattiene con qualche commedia e col discusso humour nero di Patrice Leconte.  

Città Nuova - Il 2012 se ne sta andando e il cinema piange, con la discesa del 30 per cento di incassi in quest’ultimo periodo. Il pubblico diserta le sale, tranne i giovanissimi e i pensionati, mentre i giovani ormai si scaricano tranquillamente i film e se li vedono a casa con gli amici… L’Italia funziona ancora con le commedie e vi risparmiamo lavori come "I 2 soliti ignoti" o "Colpi di fulmine" (con uno sconclusionato De Sica cha fa il prete, purtroppo da solo senza una buona “spalla”, mentre sono bravi Lillo e Greg), per passare al discusso humour nero di "La bottega dei suicidi" e infine arrivare all’evento del primo gennaio, cioè l’atteso ritorno di Giuseppe Tornatore con "La migliore offerta". È un trhiller psicologico, una metafora, una indagine sull’amore?... (continua)
giovedì, dicembre 20, 2012

Roma. Proiezione di "Mohamed e il pescatore", film-denuncia sul dramma delle morti in mare degli immigrati

Nuova proiezione oggi, 19 dicembre a Roma per il documentario “Mohamed e il Pescatore” di Marco Leopardi, Ludovica Jona e Marta Zaccaron.  

Radio Vaticana - Il film-denuncia sul "cimitero" del Mediterraneo sarà presentato a Palazzo Valentini, nella sede della Provincia, alle 17. E' il racconto di un incredibile salvataggio in mare ad opera di Vito, capitano di un peschereccio di Mazara del Vallo, grazie al quale è ancora in vita oggi Mohamed, unico superstite di un naufragio: sul suo barcone erano partiti in 46 dalla Libia. Sulla testimonianza, che ha ottenuto importanti riconoscimenti anche dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, ci riferisce Silvia Koch: ascolta... (continua)
giovedì, dicembre 06, 2012

Sta per piovere: un film sugli italiani di seconda generazione

Intervista a Daniele Bernabei, assistente alla regia del film “Sta per piovere” del regista Haider Rashid

di Chiara Bartoli

Il tema non può essere più attuale di questo: gli italiani di seconda generazione in Italia sono in continuo aumento. Ma troppo spesso i figli di immigrati non riescono ad ottenere la cittadinanza italiana per cavilli puramente burocratici e rischiano di essere espulsi dall'unico paese che abbiano mai conosciuto in tutta loro vita, l'Italia appunto. “Sta per piovere” racconta la storia di un giovane italiano (seppure non giuridicamente), Said, nato a Firenze da genitori algerini, che all'improvviso si trova a dover affrontare una possibile espulsione. Il film, prodotto da Radical Plans, segue una linea quasi autobiografica, visto che lo stesso regista, Haider Rashid... (continua)
venerdì, novembre 30, 2012

Se vivessimo tutti insieme?

Tra le uscite di questo weekend la vecchiaia è raccontata da due pellicole: una commedia francese, intelligente e spiritosa, e l'ultimo lavoro di Clint Eastwood. Dedicato ai bambini, "Le cinque leggende".  

Città Nuova - Ancora una decina di titoli nell’affollato periodo pre-natalizio. Il mondo della vecchiaia vede due commedie intelligenti, con il loro stile, spiritose. Se vivessimo tutti insieme? è una commedia molto francese, diretta da Stéphane Robelin. Quattro amici che hanno raggiunto la vecchiaia e non si arrendono. Nessuno ha voglia di finire all’ospizio e allora decidono di vivere tutti insieme. Non è facile, alla loro età. Ma la vita va presa con umorismo scintillante, cosa che al film certo non manca... (continua)
mercoledì, novembre 21, 2012

Cinema. Presentato il Tertio Millennio Film Fest:
"Tra cielo e terra"

E’ stato presentato a Roma, presso il Pontificio Consiglio della Cultura, il XVI Tertio Millennio Film Fest, cui partecipa anche il Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, manifestazione cinematografica che si svolgerà presso il Cinema Trevi di Roma dal 4 al 9 dicembre. Tema della nuova edizione: “Tra cielo e terra. Il paradosso della realtà: storie di ordinaria grandezza nel cinema contemporaneo”. Il servizio di Luca Pellegrini: ascolta

Radio Vaticana - Fedele allo spirito che lo ha accompagnato nei suoi sedici anni di vita, il Tertio Millennio Film Fest propone ancora una volta, nella sua originale articolazione, una riflessione sui problemi e gli avvenimenti del mondo contemporaneo e una serie di domande che il pubblico non può più permettersi di eludere. Quest’anno l’attenzione è rivolta soprattutto a quello giovane, rappresentato dal Premio Rivelazione dell’anno, consegnato a Tea Falco, intensa interprete dell’ultimo film di Bernardo Bertolucci, Io e Te, dal vescovo Carlos Azevedo, delegato ai Beni culturali del dicastero, il quale ha ribadito come proprio il cinema è capace di consegnare loro una riflessione profonda sull’esistenza... (continua)
giovedì, novembre 15, 2012

“FOOD” , ventitre registi per un film sullo spreco
del cibo nel mondo

Il progetto nasce da un’ idea originale di Marco Rusca. Realizzato con la collaborazione di Veronica Carbone e Lester Pathmaperuma. La colonna sonora è di Mario Rusca, apprezzato compositore e pianista Jazz. 

" FOOD " questo il titolo del docu – film coinvolge 23 registi di 23 nazioni ha per tema: “lo spreco del cibo nel mondo.” Uno struggente percorso attraverso un bene comune, violato sul nostro pianeta, quotidianamente ogni 30 secondi. La presa di coscienza su una realtà che si autocelebra, oltre i confini dell’ immaginazione. “ La fame nel mondo è prevista raggiungere un livello storico con 1,02 miliardi di persone in stato di sotto – nutrizione.” Stime FAO. Questo recente aumento della fame a livello mondiale non è la conseguenza di raccolti non soddisfacenti, ma della crisi economica mondiale che ha ridotto i redditi e aumentato la disoccupazione, il che ha ulteriormente ridotto le possibilità di accesso al cibo per i poveri... (continua)
giovedì, novembre 08, 2012

Sugli schermi in Italia il nuovo film di Castellitto
"Venuto al mondo"

Esce oggi nelle sale italiane “Venuto al mondo”, il nuovo film di Sergio Castellitto tratto dall’omonimo romanzo della moglie Margaret Mazzantini: un viaggio emozionale e tragico sospeso tra Italia e Bosnia, tra un recentissimo passato segnato dal sangue e dalla guerra e un presente che ne porta le dolorose ferite, una storia di madri e donne alla ricerca della verità e del perdono. Il servizio di Luca Pellegrini: ascolta

Radio Vaticana - Gemma non può diventare madre, Diego, ragazzo americano, per questo non sarà mai un padre e ha un passato difficile alle spalle, la loro storia dolorosa si interseca e collide con le tragedie e gli orrori della guerra in Bosnia, dove la vita che loro cercano è invece offuscata, calpestata, annullata dalla violenza. Nella Sarajevo assediata tutti troveranno il loro destino, di sangue e di speranza, un figlio nascerà, alcuni non troveranno pace, altri in forza dell’amore saranno capaci di perdonare e di guardare avanti. L’omonimo romanzo di Margaret Mazzantini è stato trasposto dal marito e regista Sergio Castellitto in un film denso e sincero con una coppia di ottimi attori, Penelope Cruz e Emile Hirsch, a rappresentare un futuro negato e una sorriso in cui le vittime sopravvivono alla più tragica delle verità... (continua)
lunedì, settembre 10, 2012

Kim Ki-duk, il primo coreano a vincere un Festival europeo

Con il Leone d’Oro per “Pietà”, il controverso regista (poco amato in patria) segna il primo traguardo di un coreano nei “Tre grandi” Festival europei. La sua storia e la sua filmografia dimostrano un interesse nei confronti della religione, che tuttavia il regista definisce “una maschera dietro la quale si nascondono i popoli”.

Seoul(Asianews) - La vittoria del regista sudcoreano Kim Ki-duk alla 69esima Mostra del cinema di Venezia segna una prima assoluta per il cinema di Seoul, che fino ad ora non aveva avuto alcun premiato nei "Tre grandi" Festival europei (gli altri due sono Berlino e Cannes). E Kim, poco amato in patria, ha festeggiato cantando in occasione della premiazione "Arirang", la canzone popolare più comune del suo Paese. Il film che lo ha portato alla vittoria si intitola "Pietà" e la locandina è una rivisitazione della celebre, omonima statua di Michelangelo ... (continua)
domenica, settembre 09, 2012

Il dramma delle popolazione di Mindanao sbarca alla Mostra del cinema di Venezia

Il Film Sinapupunan (Il tuo ventre) racconta la storia di due donne musulmane dell’arcipelago di Tawi-Tawi, nella zona più meridionale di Mindanao. Il rapporto fra i due personaggi ha come sfondo la vita di un tranquillo villaggio di pescatori segnato dalla povertà e dal conflitto fra esercito e ribelli islamisti. Il film è diretto da Brillante Mendoza, vincitore nel 2009 a Cannes del premio come miglior regista.

AsiaNews - Il vero volto della popolazione musulmana di Mindanao vittima della guerra fra esercito e ribelli islamici raccontato attraverso la vita di due donne. E' lo scopo di "Sinapupan" (Il tuo ventre), film del regista filippino Brillante Mendoza, in gara alla 69ma Mostra internazionale di arte cinematografica, in corso in questi giorni a Venezia. Scritto dallo sceneggiatore Henry Burgos, la pellicola è stata girata in un villaggio di pescatori dell'arcipelago di Tawi - Tawi nella zona meridionale dell'isola di Mindanao, a maggioranza musulmana... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa