Visualizzazione post con etichetta ecologia e ambiente. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta ecologia e ambiente. Mostra tutti i post
martedì, aprile 18, 2017

I pesticidi uccidono 200.000 persone ogni anno

I pesticidi utilizzati in agricoltura provocano ogni anno 200.000 morti nel mondo, quasi tutti nei paesi in via di sviluppo.

InformaSalus - Il drammatico dato emerge da un rapporto degli inviati speciali dell'Onu per il Diritto al cibo, Hilal Elver, e per le Sostanze tossiche, Baskut Tuncak, presentato al Consiglio per i Diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra. Secondo il rapporto, inoltre, i pesticidi non sono necessari per garantire l'aumento della produzione agricola per una popolazione in crescita... (continua)
mercoledì, marzo 22, 2017

Capire le nubi: il 23 marzo si celebra la Giornata mondiale della meteorologia

Giornata mondiale della meteorologia - 23 Marzo 2017

Cnr - Giovedì 23 marzo, l’Associazione italiana di scienze dell’atmosfera e meteorologia (Aisam), in collaborazione con il Servizio meteorologico dell'aeronautica militare, Sapienza Università di Roma ed il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), celebrerà a Roma la Giornata mondiale della meteorologia (Gmm 2017), ospitata nella prestigiosa Aula Magna del Rettorato della Sapienza... (continua)
mercoledì, marzo 15, 2017

Ice Memory diventa sfida 'globale': egida Unesco al progetto

Il progetto Ice Memory esce dai confini europei e lancia a livello globale la sfida per salvare la più importante ‘biblioteca’ sulla storia del clima e dell’ambiente: le ‘carote di ghiaccio’ estratte dai ghiacciai minacciati dai cambiamenti climatici che gli scienziati sono in grado di ‘decifrare’ con tecniche di anno in anno sempre più avanzate.

Cnr - Nato da un’idea italo-francese grazie ai paleoclimatologi Carlo Barbante, direttore dell’Istituto per la dinamica dei processi ambientali del Consiglio nazionale delle ricerche (Idpa-Cnr) e professore all’Università Ca’ Foscari Venezia, e Jérôme Chappellaz del Cnrs, il progetto oggi coinvolge scienziati da Stati Uniti, Russia, Bolivia, Brasile, Svezia, Svizzera, Austria, Germania, Giappone e Cina ... (continua)
mercoledì, marzo 15, 2017

Car sharing in aumento in Italia: in sei mesi 1.800.000 ore nelle auto condivise

Ma a Torino e Firenze le auto disponibili diminuiscono. Aumentano a Milano e Roma

GreenReport - Secondo i dati diffusi da Urbi, l’aggregatore dei principali sistemi di urban mobility, in occasione del convegno “Smart Mobility in Smart Cities” a Milano, aumentano i viaggi in car sharing e il numero di veicoli disponibili: «5.030 veicoli, 4.265.000 di prenotazioni, 1.800.000 ore di noleggio, circa 30.000.000 di km percorsi e una crescita del 35% negli ultimi sei mesi» ... (continua)
sabato, febbraio 04, 2017

I vecchi cellulari diverranno le medaglie

È il progetto per le Olimpiadi 2020 di Tokio. 

HdBlog - Il Comitato dei giochi Olimpici e Paraolimpici 2020 di Tokio ha lanciato una nobile iniziativa basata sul riciclo che permetterà di realizzare le medaglie d'oro, d'argento e bronzo con cellulari o smartphone vecchi. Il progetto è stato annunciato mercoledì scorso e sarà portato avanti grazie alla collaborazione ... (continua)
giovedì, febbraio 02, 2017

L'idea "green" di Oslo: 10 mila corone per comprare una bici elettrica

Un progetto costoso con l'obiettivo è di permettere ai cittadini di lasciare le auto a casa.

di Lorenzo Carchini

Oslo ha in testa un'idea talmente verde da aver cominciato, da ieri, ad offrire ai suoi residenti finanziamenti fino a 10 mila corone (poco più di mille euro) per comprare le e-bike, biciclette "cargo" elettriche. Una proposta indirizzata non solo ai cittadini a basso reddito, ma a tutti, scatenando anche qualche polemica. Troppo bello per essere vero, si penserà, ma le bici elettriche non si regalano... (continua)
giovedì, gennaio 26, 2017

Mobilità elettrica: finanziati progetti solo per 3,5 milioni di euro sui 50 stanziati

Ancora meno le risorse erogate. In Italia solo 1.700 punti di ricarica pubblici

GreenReport - Rispondendo a un’interrogazione del presidente della Commissione ambiente della
Camera, Ermete Realacci (PD), il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha confermato il grave ritardo nella distribuzione delle risorse stanziate dallo Stato per lo sviluppo della mobilità elettrica.

Realacci spiega che «Relativamente agli stanziamenti, finora sono state approvate convenzioni per progetti di realizzazione dei punti di ricarica che ammontano a poco più di 3,5 milioni di euro. Molto meno del 10% dei 50 milioni stanziati tra il 2013 e il 2015. Ancora meno le risorse erogate» ... (continua)
sabato, gennaio 21, 2017

CARE indaga l'inquinamento più 'sottile' nelle strade di Roma

Il recente allarme lanciato dal Canada circa gli effetti sulla demenza senile dell’inquinamento da traffico (The Lancet, 4-1-2017) trova una sponda nella campagna CARE (Carbonaceous Aerosol in Rome and Environs) che si avvia a Roma il primo Febbraio 2017, organizzata dall'Isac-Cnr.

Cnr - Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità ci sono ormai evidenze epidemiologiche che l’esposizione a breve termine alla frazione ultrafine del particolato atmosferico - quelle particelle con dimensioni minori di 100 nanometri, cioè un decimillesimo di millimetro- sia causa di mortalità, oltre che di malattie polmonari, cardiocircolatorie e del sistema nervoso centrale, a cui si aggiunge ora la demenza senile (WHO, 2013; OMS report, Health effects of black Carbon, 2012)... (continua)
mercoledì, gennaio 18, 2017

A Davos la Cina si propone come leader climatico, anche senza Tump. E l’Europa?

Ma la Cina resta un Paese autoritario e l’isolazionismo di Trump e la debolezza Ue rischiano di favorirla 

GreenReport - In assenza di una forte leadership degli Stati Uniti (e dell’Unione europea), la Cina, uno di Paesi più inquinati e inquinanti del mondo, sembra pronta a prendere le redini dell’azione climatica. L’intervento dalla tribuna del World economic forum di Davos del presidente cinese Xi Jinping è stato anche un chiaro messaggio al presidente eletto Usa Donald Trump: non rinnegare le promesse internazionali degli Stati Uniti, compreso l’accordo sul clima di Parigi. Come sottolinea ... (continua)
lunedì, gennaio 16, 2017

Chernobyl, energia solare accanto al cadavere radioattivo del nucleare. Un progetto cinese

Ucraina e Cina per un grande impianto solare e una nuova comunità nella zona di esclusione.

Green Report - Due imprese cinesi, Golden Concord Holding (Glc) e China State Construction Engineering Corporation (Cscec), vogliono costruire un gigantesco impianto di energia solare – i

ntanto da da un gigawatt, ma si potrebbe arrivare a 4 GW – su 2.500 ettari di terreno nella zona di esclusione, 10 Km a sud della centrale nucleare di Chernobyl, in Ucraina, praticamente nell’epicentro del più grande disastro nucleare del mondo, che, a partire dal 1986, ha fatto migliaia di vittime, ha contaminato centinaia di migliaia di “liquidatori” e continua a seminare malattie e cancro tra Ucraina, Bielorussia e Russia.

Come ricorda Climate News Network, già nell’ottobre 2016 il ministro ucraino dell’ecologia e delle risorse naturali, Ostap Semerak... (continua)
venerdì, gennaio 13, 2017

Carabinieri e Legambiente insieme per la tutela del territorio

Protocollo di collaborazione per la diffusione della cultura della legalità e la difesa del territorio

GreenReport - Oggi il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, Tullio Del Sette, e la presidente di Legambiente, Rossella Muroni, firmano un protocollo d’intesa «finalizzato a sviluppare ulteriormente i già proficui rapporti di collaborazione tra le due organizzazioni».

In un comunicato congiunto si legge che «Lo scopo dell’accordo è quello di promuovere la legalità e la tutela ambientale, pilastri fondanti e insostituibili della missione dell’Arma e di Legambiente»... (continua)
mercoledì, gennaio 04, 2017

E’ morta J2 – Granny, l’orca più vecchia del mondo: aveva 105 anni

Il mistero della menopausa delle orche. Il branco di Granny in pericolo per la scarsità di salmoni.

GreenReport - La più vecchia orca conosciuta del mondo: j2, che i ricercatori del Center for Whale Research (Cwr) chiamavano affettuosamente Granny è scomparsa ed è probabilmente morta. Era arrivata alla veneranda età di oltre 100 anni, probabilmente 105, ed era stata la protagonista principale del recente documentario della BBC “The whale menopause” che ha seguito il suo branco di orche per cercare di svelare un mistero evolutivo: come mai le femmine di orche vivono così a lungo dopo la fine della loro vita riproduttiva ... (continua)
mercoledì, gennaio 04, 2017

C.N.R.: Antartide, il blog della campagna estiva 2016-2017

Con la riapertura della Base italiana ‘Mario Zucchelli’, ha preso il via il 20 ottobre 2016 la XXXII Campagna estiva 2016-2017 del Programma nazionale di ricerche in Antartide (Pnra).

Cnr - La Spedizione ha l'obiettivo di svolgere ricerche su biodiversità, evoluzione e adattamento degli organismi antartici, scienze della Terra, glaciologia, contaminazioni ambientali, scienze dell’atmosfera, attività di monitoraggio ambientale, attività di astrofisica e biomedicina per l’adattamento dell’uomo allo spazio: il coordinamento delle attività di ricerca è affidato al Cnr.

Nel corso di quattro mesi di durata previsti, nella Base si avvicenderanno circa 230 persone tra tecnici e ricercatori italiani e stranieri che lavoreranno in condizioni spesso difficili: malgrado l’estate antartica, infatti, la Stazione ‘Mario Zucchelli’ registra temperature medie tra 0°C e -35°C, e vi sono 24 ore di luce al giorno ... (continua)
martedì, gennaio 03, 2017

Il mare alla fine della terra: la ricerca italiana in Antartide

La ricerca italiana in Antartide. Per proteggere la biodiversità in un luogo così apparentemente inospitale, è stata istituita l’area marina protetta della regione del Mare di Ross. Se ne parla con diversi ricercatori tra i quali Laura Ghigliotti, Cnr Ismar, Marino Vacchi, Cnr Ismar – CCAMLR, Leonardo Langone, Cnr Ismar.

È andato in onda il 29 dicembre su RaiScuola il documentario del Cnr 'Il mare alla fine della terra: la ricerca italiana in Antartide', che illustra le attività di ricerca, monitoraggio e salvaguardia ambientale dei ricercatori Cnr impegnati nelle basi antartiche. Girato a novembre, contiene interviste a diversi ricercatori dell'Ente, tra i quali Laura Ghigliotti, Marino Vacchi e Leonardo Langone (Ismar-Cnr)... (continua)
martedì, dicembre 27, 2016

Nel 2020 il 27% dell’energia cinese sarà rinnovabile. Stagni fotovoltaici e foreste contro lo smog

Grazie all’arrivo di un fronte di aria fredda, Pechino ha passato il Natale senza allerta rossa inquinamento, ma la densità di PM2.5 nella capitale cinese resta a un livello elevato e nei giorni scorsi più di 20 città del nord della Cina hanno emesso un’allerta rossa a causa dello smog, centinaia di voli aerei hanno subito ritardi e numerose autostrade sono state chiuse.

Green Report - Per combattere questo venefico risultato del suo rapidissimo sviluppo, la Cina sta approntando rapidamente colossali progetti che nei Paesi sviluppati susciterebbero sicuramente qualche perplessità, come le migliaia di pannelli solari installati su degli stagno destinati alla pesca a Cixi, nell’est del Pase e inaugurati il 24 dicembre. Pubblicando le foto di Xu Yu che potete vedere, l’agenzia ufficiale cinese Xinhua sottolinea che «Questo progetto di energia solare permetterà di produrre 220 milioni di kWh d’elettricità all’anno»... (continua)
giovedì, dicembre 22, 2016

Cina, studio scientifico: un terzo delle morti in Cina legate all’inquinamento

La ricerca è avvenuta in 74 città nelle aree di Pechino-Tianjin- Hebei, nel delta del fiume Yangze e nel delta del fiume delle Perle. Le città più inquinate della Cina sono nell’Hebei (Baoding, Shijiazhuang, Handan). Da tre giorni vi è un’emergenza smog nel Paese, che colpisce mezzo miliardo di persone.

Pechino (Asia News) – L’inquinamento dell’aria in Cina, soprattutto nel nord industrializzato, influisce su almeno un terzo di tutte le morti nel Paese. Le polveri nell’aria sono una minaccia alla salute più grande del fumo. È quanto si rileva in uno studio scientifico internazionale con monitoraggio in 74 città.

Negli ultimi tre giorni lo smog in Cina ha colpito circa mezzo miliardo di persone, in un’area di circa un settimo del Paese. Centinaia di voli negli aeroporti sono stati cancellati; proibito l’uso delle auto private; autostrade chiuse, ospedali affollati con persone che soffrivano di problemi alla respirazione ... (continua)
venerdì, dicembre 16, 2016

La zuppa di plastica del Mediterraneo

L’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche di Lerici (Ismar-Cnr), in collaborazione con le Università di Ancona, del Salento e Algalita Foundation (California), ha recentemente pubblicato su Nature/ScientificReports una stima della presenza nel 2013 di microplastica galleggiante in mare aperto nel Mediterraneo occidentale.

Cnr - “Per la prima volta sono stati individuati i polimeri che costituiscono la microplastica galleggiante in mare e la loro distribuzione. Si tratta soprattutto di polietilene e polipropilene, ma anche di frammenti più pesanti come poliammidi e vernici, oltre a policaprolactone, un polimero considerato biodegradabile”, afferma Stefano Aliani dell’Ismar-Cnr.
“Questo tipo di informazioni sono importanti per avere una stima precisa della dimensione del problema generato dai rifiuti di microplastica in mare e per attivare opportuni programmi di riduzione della presenza di questi inquinanti”... (continua)
giovedì, dicembre 15, 2016

Benessere equo e sostenibile, in Italia cala la speranza nel futuro

Istat: «Disuguaglianza saldamente sopra la media europea. I segnali positivi sembrano non coinvolgere quanti vivono in condizioni di forte disagio economico» 

GreenReport - Il benessere di una persona come di una popolazione non può essere misurato soltanto in termini di Pil, ma tentando il difficilissimo esercizio di osservarne la vita attraverso le sue innumerevoli sfumature. Gli indicatori scelti dall’Istat per la redazione del rapporto sul Benessere equo e sostenibile (Bes), giunto oggi alla sua quarta edizione, sono in tutto 130 e a loro volta articolati come in 12 macrodomini: Salute, Istruzione e formazione, Lavoro e conciliazione dei tempi di vita, Benessere ... (continua)
venerdì, dicembre 09, 2016

Artico: ecco cosa è accaduto 14 mila anni fa

Finora erano ipotesi di alcuni studiosi, ora c’è la prova. Esiste una corrispondenza tra lo scioglimento massiccio del permafrost in Artico e l’aumento dei gas serra in atmosfera.

Cnr - La notizia arriva dall’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche di Bologna (Ismar-Cnr) che ha coordinato uno studio internazionale pubblicato su Nature Communication, prendendo in esame carote di sedimento dell’ultima deglaciazione.
“È noto che oltre un terzo del carbonio della Terra si trova in Artico in uno stato congelato noto come permafrost. Negli ultimi trent’anni questi suoli stanno subendo un progressivo riscaldamento e sono quindi a rischio di destabilizzazione termica, ossia di scioglimento”... (continua)
mercoledì, dicembre 07, 2016

Giappone, Fukushima: pesci e crostacei non sono più radioattivi

Negli ultimi cinque anni e mezzo, la stazione sperimentale di Fukushima per le attività di pesca ha analizzato in modo costante campioni di pesce e molluschi. Per la prima volta dopo anni, i livelli di cesio radioattivo sono scesi sotto la soglia minima.

Tokyo (AsiaNews) - Per la prima volta dopo il disastro nucleare del 2011, i livelli di radiazioni in alcuni campioni di pesci e crostacei della Prefettura di Fukushima, sono risultati al di sotto della soglia minima. Tra l’11 e il 28 novembre, specie come spigole, scorfani e sogliole – la cui vendita è stata vietata dal governo centrale – sono state analizzate e la prefettura governativa ha comunicato che tutti i risultati sono al di sotto della soglia di rilevamento e nessuno dei campioni contiene cesio radioattivo... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa