Visualizzazione post con etichetta politica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta politica. Mostra tutti i post
giovedì, gennaio 11, 2018

L’ombra del Russia-gate sulle elezioni italiane, l’allarme Usa

C’è il rischio concreto di interferenze della Russia nelle prossime elezioni italiane.

di Mariangela Tessa

WSI -È quanto mette in evidenza un rapporto commissionato dal senatore americano Democratico Benjamin L. Cardin che si basa su fonti aperte e articoli di giornale ed è intitolato “L’assalto asimmetrico di Putin alla democrazia in Russia e in Europa: implicazioni per la sicurezza nazionale Usa”... (continua)
sabato, dicembre 30, 2017

Assemblea Regionale Siciliana, Milazzo (FI): "Decisione Presidente ARS Miccichè legittima e responsabile"


Il Capogruppo di Forza Italia ritiene che le dinamiche di voto di ieri, per l'approvazione dell'esercizio provvisorio, in vigore sino al 31 Marzo prossimo, siano di giusta interpretazione. "Trovo strane le accuse del M5S sulla mancanza della maggioranza numerica", conferma Milazzo.

Redazione

"A seguito dei lavori in aula di oggi per l'approvazione dell'esercizio provvisorio, giusta e legittima è la decisione del presidente dell'Ars, on. Gianfranco Miccichè". Con  queste parole, Giuseppe Milazzo, Capogruppo di Forza Italia al Parlamento siciliano, si esprime dopo il voto di ieri in aula per l'approvazione dell'esercizio provvisorio... (continua)
martedì, dicembre 05, 2017

Elezioni: possibile alleanza tra Grasso e Di Maio

Prendono forma gli schieramenti e le coalizioni in vista per le prossime elezioni italiane. Negli ultimi giorni è stata ufficializzata l’investitura di Pietro Grasso, presidente del Senato, come leader della coalizione di sinistra Liberi e uguali, composta da daleminani, bersaniani, Mdp e Sinistra italiana.

di Alessandra Caparello

Roma (WSI) – Quale sarà l’effetto Grasso sulle intenzioni di voto? Provano a dare una fotografia della situazione, Roberto Weber di Ixè secondo cui l’effetto è inevitabile.

“Sono quasi sicuro che sarà un effetto positivo, può trainare la lista alla doppia cifra"... (continua)
mercoledì, novembre 08, 2017

Nuovo Duello per Di Maio?

Il candidato premier dei cinque stelle sfida Berlusconi 

Il candidato premier del M5S Di Maio ribadisce di non essere fuggito dal confronto Tv con Renzi, "è una sciocchezza". Dalle pagine del Corsera lancia la sfida al vincitore delle regionali siciliane, Berlusconi, dicendosi "prontissimo" ad un duello televisivo. L'avviso di garanzia alla ... (continua)
martedì, novembre 07, 2017

Elezioni in Sicilia

A Musumeci la maggioranza dei seggi 

Trentasei deputati su 70: Nello Musumeci, eletto presidente della regione siciliana, conquista anche la maggioranza in Assemblea. Attribuiti i seggi a conclusione delle scrutinio: 35 al centrodestra, più Musumeci,e FI capofila con 12 parlamentari; 19 al M5S, 15 al centrosinistra e uno alla sinistra con Claudio Fava. Musumeci prenderà il posto di ... (continua)
lunedì, novembre 06, 2017

Pensioni: si rimette mano sull' Ape

Apertura del Partito Democratico sulla revisione dell'anticipo pensionistico 

 Il Pd è pronto a rivedere la norma sull'anticipo pensionistico (Ape) in modo da ampliare la platea dei beneficiari. Lo ha affermato il capogruppo dem in Commissione Bilancio, Santini, a margine delle audizioni dei sindacati sulla manovra, nel giorno della riapertura del tavolo a Palazzo Chigi sul rinvio dell'aumento dell'età pensionabile... (continua)
lunedì, novembre 06, 2017

M5S, il deputato Di Stefano: "rischio brogli su voto in Sicilia"

Parla di "risultato storico" il M5S, il giorno dopo le elezioni regionali in Sicilia. 

"Abbiamo raddoppiato i consensi", afferma il deputato Di Stefano. "Purtroppo però verranno ricordate come le elezioni degli impresentabili", attacca, introducendo l'argomento brogli. "Ci troviamo di fronte a uno scarto minimo di 20mila voti rispetto alla coalizione di destra". "A Catania 100 presidenti di seggio si sono dimessi"
... (continua)
giovedì, novembre 02, 2017

Catalogna, chiesto mandato d’arresto Ue per Puigdemont

Per tutti i membri del decaduto governo catalano la procura ha chiesto al giudice della Audiencia Nacional, Carmen Lamela, la detenzione cautelare; escluso solo l’ex ministro Villa che si era dimesso il giorno precedente alla dichiarazione unilaterale di indipendenza.

di Alberto Battaglia

WSI - Per loro l’accusa è quella di “ribellione”. Nel frattempo per Carles Puigdemont, presidente della Catalogna attualmente a Bruxelles, gli inquirenti hanno richiesto al giudice di emettere il mandato d’arresto europeo. Secondo quanto dichiarato mercoledì dal suo avvocato, non intende fare ritorno, spontaneamente, in Spagna. Il mandato d’arresto europeo, non avrebbe comunque effettività automatica. Infatti, il reato di ribellione contestato a Puigdemont non è contemplato nell’ordinamento del Belgio, fatto che imporrebbe l’apertura di un’inchiesta della magistratura belga per l’accertamento delle accuse mosse da parte della Spagna... (continua)
mercoledì, ottobre 25, 2017

Di Maio: appello al Capo delo Stato

Rosatellum ancora sotto attacco dei cinque stelle.  

"Mattarella non firmi la legge elettorale, rischia di rendersi responsabile dell'ennesima norma anticostituzionale". Lo ribadisce il candidato premier del M5S Di Maio alla Repubblica. Sul Rosatellum la Lega "ha tradito", perché a Salvini "interessano solo le poltrone", tanto che "sta aprendo le porte a un governo Renzi-Berlusconi: si dovrebbe ... (continua)
lunedì, ottobre 16, 2017

Età pensionabile? C'è la legge

Il premier Gentiloni illustra la manovra. 

L'adeguamento dell'età pensionabile? "C'è una legge in vigore e rispetteremo la legge in vigore", afferma il premier Gentiloni nella conferenza stampa al termine del CdM che ha varato la manovra. E aggiunge che sono previste "3 o 4" misure sugli anticipi pensionistici. Poi sulla legge di Bilancio dice: è una manovra ... (continua)
lunedì, ottobre 16, 2017

Franceschini a 24 Mattino su Radio 24: PD partito con ricambio generazionale. Non come il centro destra

“Ci sono tante cose che non vanno ed è giusto che i giornali le scrivano. Ma dire che nel Partito Democratico non c’è stato ricambio generazionale fa veramente sorridere”.

Radio Vaticana - Così Dario Franceschini, ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, ha risposto stamattina alla domanda di Oscar Giannino, conduttore insieme con Luca Telese della trasmissione 24 Mattino su Radio 24, sul PD come partito nel quale non c’è ricambio generazionale. Il ministro del Mibact ha poi continuato specificando: “Renzi non è nemmeno parlamentare ancora, è diventato Presidente del consiglio, ed è segretario da quattro anni. È cambiato tutto il gruppo dirigente, alla Camera ci sono decine di deputati che hanno meno di 30-35 anni. Mi aspettavo una critica, ma rovesciata, cioè coniugare esperienza e innovazione, ma dire che nel Pd non c’è stato ricambio generazionale…”.
... (continua)
mercoledì, ottobre 11, 2017

Secondo Sì della Camera alla Legge elettorale

Il Rosatellum bis prosegue la sua marcia nonostante l'opposizione di Mdp e 5stelle 

La Camera ha confermato la fiducia al governo anche sul secondo articolo della legge elettorale, con 308 voti a favore, 81 contrari e otto astensioni. Domani, a partire dalle 9, le dichiarazioni di voto sulla terza ed ultima fiducia relativa all'articolo 3, sulla delega al governo per determinare i collegi uninominali e plurinominali. Gli artt. 1 e 2 stabiliscono il sistema ... (continua)
giovedì, settembre 28, 2017

Catalogna, presidente Puidgemont rischia l’arresto

Ancora rovente il clima in Spagna in merito al referendum sull’indipendenza indetto dalla Catalogna per il 1° ottobre. 

di Alessandra Caparello

Madrid (WSI) - Il procuratore capo spagnolo, Josè Manuel Maza, getta benzina sul fuoco e parlando in radio ha affermato che il presidente catalano Carles Puidgemont potrebbe essere arrestato.
L’accusa è di disobbedienza, abuso d’ufficio e malversazion
e in merito all’organizzazione della consultazione referendaria che il governo centrale guidato da Mariano Rajoy ha dichiarato illegale perché non sancita dalla Costituzione iberica ... (continua)
martedì, settembre 26, 2017

Svolta M5S, non più anti euro. Di Maio parla da leader (democristiano)

Ha già assunto toni più pacati il candidato premier dei Cinque Stelle Luigi Di Maio che con le sue parole finisce per far sì che il Movimento fondato da Beppe Grillo che da anti euro e populista diventa moderato.

di Alessandra Caparello

Roma (WSI) – Parlando alla stampa, il vicepresidente della Camera nega che i Cinque Stelle vogliano uscire dall’Ue e indica il referendum sull’euro come ultima spiaggia.

“Se l’Unione Europea non vuole cambiare nulla, soprattutto quelle normative che hanno un impatto sulla nostra economia, allora chiederemo ai cittadini italiani se vogliono o meno rimanere nella zona euro. Spero che le istituzioni europee siano disposte a negoziare un altro tipo di unione (…). Noi vogliamo restare nell’Unione europea ma vogliamo cambiare alcuni trattati, vogliamo cambiare alcune regole” ... (continua)
lunedì, settembre 25, 2017

Elezioni in Germania: Cdu e Spd in calo. Vince la destra

In Germania, alle elezioni federali di ieri, i Cristiano-democratici delLla cancelliera, Angela Merkel, si confermano primo partito, sia pure in calo di oltre 8 punti percentuali. In forte perdita anche i socialdemocratici di Schulz. Ma il dato eclatante è l’affermazione senza precedenti della destra populista.  

di Giancarlo La Vella

Radio Vaticana - La Cdu della Merkel al 32.9%; i Socialdemocratici (SPD) al minimo storico con il 20,5%, e per la prima volta dal dopoguerra un Partito di destra oltranzista, l’Alternativa per la Germania (Afd, fa il suo ingresso al Bundestag, affermandosi come terza forza del Paese. Il bipolarismo Cd-Spd e l’epoca della Grosse Koalition tra i due partiti storici sembrano tramontati.

La conferma viene dal leader socialdemocratico, Schulz, che, senza mezzi termini, annuncia che sarà all'opposizione. Vistosa anche l’affermazione dei liberali che rientrano in parlamento con un 10%. A questo punto l’unico governo possibile è quello tra Cdu, Verdi, che hanno ottenuto il 9% dei voti, e proprio i liberali ... (continua)
martedì, giugno 13, 2017

Usa: basket Nba, la Golden State Warriors boicotta il presidente Trump

La squadra di Golden State ha deciso di rifiutare l' invito del Presidente Donald Trump

Come da tradizione, i vincitori del titolo Nba vanno in visita dalla Casa Bianca dal Presidente, ma la squadra di Golden State ha deciso di rifiutare l' invito del Presidente Donald Trump. Lo anticipa il network Nbc.

La decisione sarebbe stata presa all' unanimità nello spogliatoio e sarebbe una chiaro segnale di protesta alle politiche, ritenute discriminatorie, di Trump, più volte criticate dal coach Kerr e dalla stella Curry... (continua)
lunedì, maggio 29, 2017

Delusione dal G7 di Taormina

Egizia Petroccione, portavoce di Save the Children al G7 dice di essere profondamente delusa da un vertice in cui i leader del G7.

di Silvio Foini

Pur riunendosi in un luogo simbolico come la Sicilia, cuore del flusso migratorio del Mar Mediterraneo, non siano riusciti ad impegnarsi su una visione comune sul tema della migrazione ma accoglie con favore invece il riconoscimento da parte dei leader della necessità di proteggere i più vulnerabili tra i migranti, tra cui adolescenti, bambini e minori non accompagnati. Purtroppo però l’attenzione si sposta sui temi della sicurezza e del controllo delle frontiere, pregiudicando fortemente il primo dovere dei leader del G7 che è quello di proteggere i bambini dalla violenza, dagli abusi e dallo sfruttamento, incluso il traffico dei minori... (continua)
mercoledì, maggio 24, 2017

Il Papa incontra Trump: impegno comune per la vita e la pace

Con la partenza dell’Air Force One da Roma verso Bruxelles si conclude la prima visita di Stato del presidente Usa, Donald Trump.

Radio Vaticana - Circa 18 ore in tutto, aperte dall’incontro più atteso, quello con Papa Francesco in Vaticano con al centro la promozione del dialogo interreligioso e del negoziato politico in favore della pace e l’impegno comune a favore della vita e della libertà religiosa. Poi il corteo presidenziale ha raggiunto il Quirinale e infine Villa Taverna per un vertice con il premier Gentiloni. Ripercorriamo la giornata nel servizio di Gabriella Ceraso: ascolta... (continua)
mercoledì, maggio 24, 2017

Trump e Gentiloni, insieme contro terrore

Sul terrorismo perfetta intesa tra il presidente americano Trump, in visita ufficiale in Italia, ed il presidente Gentiloni.

Con Trump "colloquio in preparazione del vertice di Taormina. Dal G7 impegno comune contro il terrorismo". E'il tweet del premier Gentiloni, al termine del bilaterale con il presidente Usa Donald Trump a Villa Taverna, residenza dell'ambasciatore Usa a Roma. Al centro del colloquio anche la questione migratoria come sfida globale per il G7 di Taormina di cui Gentiloni e Trump avevano già parlato nel loro incontro alla Casa Bianca un mese fa... (continua)
mercoledì, maggio 24, 2017

Terrorismo in Francia, Macron proroga lo stato di emergenza

L'intenzione del governo francese è di prorogare fino al primo novembre lo stato di emergenza nel paese.

Proroga dello stato di emergenza fino al prossimo 1 novembre. Lo chiede il presidente francese Macron al termine del Consiglio della Difesa;la richiesta dovrà essere, tuttavia, approvata dal Parlamento. Lo stato di emergenza sarebbe dovuto concludersi il 15 luglio di questo anno ed è in vigore dal 13 novembre del 2015 a seguito degli attentati terroristici compiuti a Parigi. In una nota l'Eliseo conferma anche che intende varare una "nuova legge per la rinforzare la sicurezza"... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa