Visualizzazione post con etichetta religione e testimonianze. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta religione e testimonianze. Mostra tutti i post
martedì, febbraio 14, 2017

Aleppo: video-appello di Suor Maria Guadalupe de Rodrigo ad ACS-Italia

“Ad Aleppo circa 2.000 famiglie cristiane hanno urgente bisogno di cibo, acqua potabile, gasolio per riscaldamento, indumenti e medicinali. Anche se la fase più cruenta del conflitto si è conclusa non dobbiamo dimenticare le sue tristi conseguenze, che purtroppo permarranno per un tempo non certo breve.”.

ACS - Alessandro Monteduro, Direttore di ACS-Italia, spiega così l’iniziativa assunta dalla Fondazione, che sta proponendo alla comunità italiana uno specifico progetto per la martoriata città siriana. “Grazie ai nostri benefattori dal 2011 al 2016 nella sola Aleppo siamo riusciti a finanziare progetti per 2.458.731 euro, ma si tratta di una goccia nel mare delle attuali necessità.”.

“Nel luglio 2012 i cristiani aleppini erano circa 120.000, oggi si stima siano 35.000. Sono stati presi di mira in particolare i quartieri cristiani Azizie e Sulaymaniyeh... (continua)
lunedì, febbraio 06, 2017

La Chiesa beatifica il martire giapponese Ukon, samurai di Cristo

Domani sarà beatificato il martire giapponese Justus Takayama Ukon, signore feudale e samurai, vissuto nel XVI secolo.

Radio Vaticana - Sposato e padre di 5 figli, scelse la via dell’esilio piuttosto che abiurare la fede cristiana. La Messa di Beatificazione ad Osaka, in Giappone, sarà presieduta dal cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi. Ripercorriamo la figura di Ukon con il servizio di Debora Donnini:

Un guerriero con la katana, la spada dei guerrieri giapponesi, rivolta verso il basso, sormontata da una croce. La statua di Ukon, il samurai di Cristo, rappresenta la parabola della sua vita: da daimyo, grande signore feudale, potente in battaglia, a povero ed esiliato fino alla morte. Nato nel 1552, viene battezzato a 12 anni quando suo padre abbraccia la fede cristiana attraverso la predicazione del gesuita san Francesco Saverio. Signori feudali, i Takayama arrivano a dominare la regione di Takatsuki e Ukon si impegna per la diffusione del cristianesimo con la fondazione di seminari e la formazione di missionari e catechisti: nei suoi territori su una popolazione di 30mila persone, circa 25 mila abbracciarono la fede. Il cardinale Angelo Amato:... (continua)
venerdì, dicembre 30, 2016

Rapporto Fides: 28 gli operatori pastorali uccisi nel 2016 nel mondo

Nel corso del 2016 sono stati uccisi nel mondo 28 operatori pastorali cattolici e, per l’ottavo anno consecutivo, il numero più elevato si registra in America.

Radio Vaticana - A pubblicarne l’elenco, con una breve biografia di ciascuno, è l’agenzia Fides nel suo annuale rapporto di fine anno. Drammaticamente cresciuto il numero delle religiose uccise, nove, più del doppio rispetto al 2015. Adriana Masotti: ascolta

Quattordici sacerdoti, nove religiose, un seminarista, quattro laici: sono gli operatori cattolici morti quest’anno in modo violento, dodici nel continente americano, ucciso un sacerdote anche in Europa, e precisamente in Francia: si tratta di padre Jacques Hamel, vittima del terrorismo mentre celebrava la Messa ... (continua)
venerdì, dicembre 02, 2016

La Chiesa avrà presto 24 nuovi Beati

Il Papa ha firmato i decreti relativi alle diverse cause canoniche. Tra i «venerabili» c’è anche l’italiano Guglielmo Massaja.

Vatican Insider - La Chiesa presto potrà venerare 24 nuovi beati: molti religiosi, qualche laico e quasi tutti martiri.
Tra i futuri beati c’è anche l’italiano Giovanni Schiavo (1903-1967), sacerdote e fondatore della Congregazione di San Giuseppe. Il Papa nella udienza concessa ieri al prefetto della Congregazione per le cause dei santi, Angelo Amato, ha firmato i decreti relativi alle diverse cause canoniche... (continua)
martedì, novembre 15, 2016

Tokyo, le reliquie di Giovanni Paolo II e di Faustina Kowalska, misericordia per tutto il Giappone

Le reliquie erano esposte alla cerimonia di chiusura della Porta santa nella cattedrale di S. Maria. Alla messa hanno partecipato anche fedeli di varie nazionalità. Il vescovo ha benedetto bambini, seguendo la traccia del rito shintoista del “Shichi-go-san”. 

di Vincent Lazun Naw San*

Tokyo
(AsiaNews) - Il 13 novembre, nella mattina, mons. Peter Takeo Okada, arcivescovo di Tokyo, insieme con il nunzio apostolico mons. Joseph Chennath e altri sacerdoti hanno concelebrato la messa di chiusura dell’Anno della Misericordia nella cattedrale di Tokyo, dedicata a Santa Maria. All’importante occasione hanno partecipato tanti fedeli giapponesi della capitale, come pure molti immigrati da vari Paesi: coreani, vietnamiti, filippini, birmani e qualche gruppetto di europei ... (continua)
lunedì, novembre 14, 2016

Il Giubileo degli esclusi: il sogno di una Chiesa povera per i poveri

Si è concluso domenica 13 novembre il Giubileo dei senza fissa dimora, degli esclusi, voluto da Papa Francesco e reso possibile grazie al lavoro dei volontari dell’associazione francese “Fratello”.

di Monica Cardarelli

Nel 2014 alcune parrocchie francesi e associazioni che si occupano dei senza fissa dimora si sono recate a Roma in udienza da Papa Francesco. L’entusiasmo nato da quell’incontro ha spinto i volontari a sognare un evento più ampio che raccogliesse i poveri da tutta Europa. Dopo mesi di riflessione, i responsabili furono contattati dal Vaticano e gli fu espressa la volontà di Papa Francesco di dedicare ai senza fissa dimora un evento giubilare, in occasione della chiusura delle porte sante di tutto il mondo... (continua)
martedì, novembre 08, 2016

Card. Bagnasco, l'Europa non dimentichi la solidarietà cristiana

L'Arcivescovo di Genova in merito alle politiche di accoglienza, mostra quanto rilevante è stato l'apporto del Cristianesimo nella storia del Vecchio continente.

di Dario Cataldo

Una esortazione prima della Messa celebrata ieri pomeriggio nella cattedrale di San Lorenzo in occasione del Giubileo con le persone senza dimora e rifugiate cristiane organizzato dalla diocesi di Genova. L'invito è a fare di più, a rendere l'Europa un posto più accogliente, nei limiti del possibile... (continua)
giovedì, ottobre 27, 2016

Terremoto, mons. Boccardo: "Patrimonio artistico religioso seriamente compromesso"

Tra morti, malori e crolli, il centro Italia è vessato da un incubo che non sembra avere fine. Compromesso anche il patrimonio artistico religioso.

di Dario Cataldo

Tramite una nota della diocesi di Spoleto-Norcia emanata a seguito delle due scosse di terremoto, che ieri hanno colpito - ancora una volta - il centro Italia, l'arvivescovo Renato Boccardo,impegnato in servizi pastorali extra-diocesani, ha fatto sapere che: "Mentre si stava lentamente superando la paura e ritrovando la speranza dopo il terremoto del 24 agosto, nuove e intense scosse hanno interessato il nostro territorio... (continua)
martedì, ottobre 18, 2016

Portogallo, incontro dei Vescovi delle Chiese orientali cattoliche in Europa

Dal 20 al 23 Ottobre, presso il Santuario della Madonna di Fatima, si terrà l'incontro annuale su invito del Patriarca di Lisbona, il Cardinale Manuel Clemente, presidente della Conferenza episcopale portoghese.

di Dario Cataldo

Un evento il cui luogo di incontro non è stato scelto a caso. Nel centesimo anniversario delle apparizioni mariane, che ricorre nel 2017, i Vescovi rappresentanti delle 15 Chiese cattoliche orientali d'Europa, si incontreranno con i Porporati in rappresentanza delle diverse conferenze episcopali dei Paesi dell’Europa occidentale ... (continua)
giovedì, ottobre 13, 2016

Dalai Lama e Desmond Tutu: Il libro della gioia. In uscita con Garzanti e Corriere della Sera

Esce oggi in libreria per Garzanti e in edicola con il Corriere della Sera l'opera del Dalai Lama e di Desmond Tutu (con Douglas Abrams). Il libro anticipa l'incontro il prossimo 21 e 22 ottobre con il Dalai Lama a Milano, Fiera Rho.

Due Nobel per la Pace, un toccante dialogo sulla gioia. Il Dalai Lama, Tenzin Gyatso, e l’arcivescovo sudafricano Desmond Tutu, in prima linea contro l'apartheid, entrambi vincitori del prestigioso premio, sono sopravvissuti a oltre cinquant'anni di esilio, oppressione e violenza. Ma nonostante queste difficoltà, o forse proprio grazie a esse, sono senza alcun dubbio due delle persone più gioiose del pianeta... (continua)
giovedì, settembre 22, 2016

Madrid, al via i lavori per l'incontro della pastorale migranti in Europa

Tra vescovi e delegati responsabili, il 26 e 27 Settembre, il Consiglio delle Conferenze episcopali d'Europa ha organizzato nella capitale spagnola un incontro per discutere delle sfide dell’integrazione dei rifugiati.

di Dario Cataldo

Una riflessione avviata da qualche anno da diversi organismi all'interno della Chiesa, ha prodotto un dibattito su cosa fare dei migranti dopo la loro accoglienza nei paesi di destinazione. Lasciarli in balia del proprio destino oppure creare dei canali di integrazione che aiutino a crescere insieme? Le risposte a questi interrogativi, specie nell'Anno della Misericordia voluto dal Sommo Pontefice, sono un obbligo morale prima che sociale... (continua)
lunedì, settembre 05, 2016

Parolin: Santa Madre Teresa, uno specchio dell’amore di Dio

Santa Teresa di Calcutta è stato uno “specchio dell’amore di Dio”.

Radio Vaticana - E’ quanto affermato dal card. Pietro Parolin nella Messa di ringraziamento per la Canonizzazione di Madre Teresa celebrata stamani in Piazza San Pietro, alla presenza di migliaia di fedeli, tra cui spiccava la presenza delle Missionarie della Carità. Il Segretario di Stato Vaticano ha messo l’accento sull’esempio di servizio al prossimo di Madre Teresa che nei poveri e nei deboli, come i bambini non nati, scorgeva il volto di Cristo. Oggi pomeriggio dalle 16 alle 18, i fedeli potranno venerare le reliquie della nuova Santa nella Basilica di San Giovanni in Laterano. Sulla Messa di stamani, il servizio di Alessandro Gisotti: ascolta ... (continua)
giovedì, settembre 01, 2016

Madre Teresa il miracolo delle piccole cose

Le parole inedite, la vita e le testimonianze di chi le fu più vicino in un’opera definitiva pubblicata in tutto il mondo in occasione della canonizzazione.

Madre Teresa dedicò quasi cinquant’anni della propria vita a prendersi cura dei poveri e degli emarginati, con la costante preoccupazione non solo di rispondere alle loro esigenze materiali, ma anche di tutelare la loro dignità, di placare la fame e la sete del corpo insieme a quella dell’anima. Questa donna minuta, dal volto rugoso, non conosceva ostacoli nella sua opera di carità e metteva le esigenze di chi soffre davanti a tutto e tutti, come la volta che telefonò al presidente Reagan per chiedergli – ottenendoli – cibo, acqua e medicine per l’Etiopia. O la volta in cui, mentre era sull’auto di un ministro, vide un povero anziano sul ciglio della strada, ordinò all’autista di fermarsi, fece accomodare il mendicante accanto al politico e lo condusse in una delle sue case ... (continua)
lunedì, agosto 29, 2016

Papa Luciani e il mistero della luna

Il cardinale Parolin, intervenendo a Canale d’Agordo alla presentazione del numero speciale della rivista «Le Tre Venezie», rilegge il brevissimo pontificato di Giovanni Paolo I la cui immagine di chiesa è quella che «non brilla di luce propria, ma di luce riflessa».  

Vatican Insider - Non una semplice «parentesi» e nemmeno «un breve capitolo di storia dei Papi». Anzi, «una forte e indeclinabile testimonianza di ciò che è l’essenza, il fondamento autentico del vivere nella Chiesa e per la Chiesa». In questo modo il cardinale Pietro Parolin legge il brevissimo pontificato di Giovanni Paolo I, succeduto a Papa Montini il 26 agosto 1978 e morto dopo appena 33 giorni, il 29 settembre... (continua)
giovedì, agosto 11, 2016

Solennità di santa Chiara, la donna di luce che seguì San Francesco

Si festeggia oggi 11 agosto, Santa Chiara, le celebrazioni in Assisi

Sanfrancescopatronoditalia - Ha appena dodici anni Chiara, nata nel 1194 dalla nobile e ricca famiglia degli Offreducci, quando Francesco d'Assisi compie il gesto di spogliarsi di tutti i vestiti per restituirli al padre Bernardone. Conquistata dall'esempio di Francesco, la giovane Chiara sette anni dopo fugge da casa per raggiungerlo alla Porziuncola. Il santo le taglia i capelli e le fa indossare il saio francescano, per poi condurla al monastero benedettino di S.Paolo, a Bastia Umbra, dove il padre tenta invano di persuaderla a ritornare a casa. Si rifugia allora nella Chiesa di San Damiano, in cui fonda l'Ordine femminile delle «povere recluse» (chiamate in seguito Clarisse) di cui è nominata badessa e dove Francesco detta una prima Regola... (continua)
martedì, agosto 09, 2016

La Chiesa celebra santa Edith Stein, martire sotto il nazismo

La Chiesa celebra oggi la festa di santa Teresa Benedetta della Croce, al secolo Edith Stein, ebrea, filosofa, convertitasi al cattolicesimo, martire sotto il nazismo nel campo di concentramento di Auschwitz. E’ stata dichiarata patrona d’Europa nel 1998 da San Giovanni Paolo II che l’ha definita "un'eminente figlia di Israele e fedele figlia della Chiesa”. Il servizio di Paolo Ondarza: ascolta

Radio Vaticana - “Ave Crux, Spes Unica”. E’ con lo sguardo fisso alle braccia aperte di Cristo sulla croce, unica speranza, che Edith Stein affronta il martirio nelle camere a gas di Auschwitz Birkenau nel caldo agosto 1942. E’ il culmine di un lungo percorso interiore che l’ha portata dallo studio della filosofia all’impegno per la promozione umana, sociale e religiosa della donna, alla vita contemplativa nell’ordine carmelitano. Nata a Breslavia nella Slesia tedesca nel 1891, undicesima figlia di una coppia di ebrei molto religiosa, Edith si distingue da subito per l’intelligenza brillante che favorirà in lei una visione razionalistica e un giovanile distacco dalla religione ... (continua)
lunedì, agosto 08, 2016

Siria: la testimonianza della giovane Rand alla Gmg di Cracovia

Dopo l’appello del Papa sulla Siria, all’Angelus, vogliamo riproporre la drammatica testimonianza di una giovane siriana, Rand Mittri, durante la veglia di preghiera a Cracovia con Francesco, sabato 30 luglio:

Radio Vaticana - "Mi chiamo Rand Mittri, ho 26 anni, sono diplomata alla Scuola di Scienze naturali di Siria e sto facendo un master presso l’Università di Aleppo; inoltre, sto lavorando con il Centro Salesiano Don Bosco ad Aleppo. Come sapete, la nostra città è stata distrutta, ridotta a un cumulo di macerie. Il significato delle nostre vite è stato cancellato: noi siamo la città dimenticata. Sono venuta qui per vederla con 21 amici, che rappresentano i Salesiani in Medio Oriente, compresi la Siria, il Libano e l’Egitto. E’ venuto con noi anche padre Simon, il direttore della Comunità salesiana. Ringraziamo Dio per poter essere qui, insieme a tutti voi... (continua)
venerdì, agosto 05, 2016

P. Rosario Gugliotta, Custode della Porziuncola: accogliamo un pellegrinaggio di preghiera, di perdono e di misericordia

La Comunità dei Frati Minori della Porziuncola è in festa per il Perdono celebrato, come ogni anno, insieme a decine di migliaia di pellegrini che alla Porziuncola sono accorsi per raccogliere il frutto della carità e della sapienza di un santo, Francesco d’Assisi, che 800 anni fa osò chiedere al Signore, prima, e per conferma a Papa Onorio III, poi, quanto di più bello e prezioso e vitale c’è per la vita di ogni uomo e per ogni relazione: il Perdono di Assisi, gratuito, alla portata di tutti.

La festa è speciale, quest’anno, per la ricorrenza dell’VIII Centenario dalla concessione dell’Indulgenza della Porziuncola. Un Giubileo del Perdono provvidenzialmente che segue l’Anno Santo della Misericordia indetto da Papa Francesco.
Ed è proprio il nostro Papa a darci un motivo ulteriore di festa e di gioia, per il pellegrinaggio che ha voluto fare qui alla Porziuncola: evento che certamente, come sul nascere del Perdono, sottolinea lo stretto legame tra il Poverello di Assisi e la Chiesa tutta nella persona del Vescovo di Assisi e del Santo Padre. L’incredibile creatività e il rinnovamento di Francesco d’Assisi, sempre splendidamente coniugati con l’amorevole obbedienza alla Madre Chiesa... (continua)
giovedì, luglio 28, 2016

Papa a Częstochowa: uomo tentato da grandezza, ma Dio chiama i piccoli

“Dio ci salva facendosi piccolo, vicino e concreto. Essere attratti dalla potenza, dalla grandezza e dalla visibilità, è tragicamente umano, donarsi agli altri nella piccolezza è squisitamente divino”.

Radio Vaticana - Così il Papa durante la Messa al Santuario mariano di Jasna Góra a Częstochowa, cuore spirituale della Polonia. La cerimonia, partecipata da oltre 500mila persone e da migliaia di vescovi e sacerdoti, si è svolta in occasione del 1050.mo anniversario del Battesimo del Paese alla presenza delle massime autorità. Francesco ha sostato in preghiera davanti all’immagine della “Madonna nera” alla quale ha affidato il popolo polacco. Il servizio di Paolo Ondarza:

Dio salva il mondo calandosi nelle vicende di ogni giorno Non un ingresso trionfale, nessuna manifestazioni imponente. Dio entra nel mondo nel modo più semplice calandosi nelle vicende di ogni giorno: come un bimbo dalla mamma... (continua)
venerdì, luglio 22, 2016

La gratitudine del Papa per la testimonianza di Carmen Hernández

Nella Cattedrale dell'Almudena, a Madrid, questa sera l’ultimo saluto a Carmen Hernández, 85 anni, iniziatrice, insieme a Kiko Arguello, del Cammino Neocatecumenale. Nel corso della cerimonia funebre è stato letto il messaggio inviato da papa Francesco. Ecco il testo integrale:

Pregiatissimo sig. Francisco Kiko Arguello, cammino neocatecumenale Madrid.

Radio Vaticana - Ho appreso con emozione la notizia della morte della signorina Carmen Hernández, sopraggiunta al termine di una lunga esistenza segnata dal suo amore per Gesù e da un grande slancio missionario. In quest’ora di doloroso distacco sono spiritualmente vicino con affetto ai familiari e all’intero Cammino Neocatecumenale, di cui lei è stata co-iniziatrice, come pure a quanti hanno apprezzato il suo ardore apostolico concretizzato soprattutto nell’indicare un itinerario di riscoperta del Battesimo e di educazione permanente alla fede... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa