martedì, dicembre 06, 2016

Luci di Natale: i 3 modi per smaltire quelle vecchie e tutelare l’ambiente

Il corretto conferimento di luminarie, catene di luci e decorazioni luminose

Green Report- In Italia per il ponte dell’Immacolata è tradizione preparare le case con catene di luci colorate natalizie e tecnologici LED, mentre nelle strade si accendono le luminarie delle festività. Una tradizone che porta frequentemente a sostituire le vecchie e/o non funzionanti decorazioni che non sempre vengono smaltite in modo corretto e differenziato. E così l’ambiente ci rimette anche a Natale.

Il Consorzio Ecolamp per la raccolta e il recupero delle apparecchiature di illuminazione esauste, che si occupa di garantire la corretta gestione anche degli addobbi natalizi e delle catene luminose che, non più funzionanti
... (continua)
martedì, dicembre 06, 2016

Papa: conosce la dottrina cristiana chi conosce la tenerezza di Dio

Chi non conosce la tenerezza di Dio non conosce la dottrina cristiana: è quanto ha detto il Papa nell'omelia della Messa mattutina a Casa Santa Marta, dedicata in gran parte alla figura di Giuda. Ce ne parla Sergio Centofanti:

Radio Vaticana - Giuda, immagine evangelica della pecora smarrita
Al centro dell’omelia del Papa è il Vangelo della pecora smarrita con la gioia per la consolazione del Signore che non smette mai di cercarci.
“Lui viene come un giudice” – spiega Francesco – “ma un giudice che carezza, un giudice che è pieno di tenerezza: fa di tutto per salvarci”: non viene “a condannare ma a salvare”, cerca ognuno di noi, ci ama personalmente, “non ama la massa indistinta”, ma “ci ama per nome, ci ama come siamo”. La pecora smarrita – commenta il Papa – “non si è persa perché non aveva la bussola in mano. Conosceva bene il cammino”... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Coltivazioni d’oppio in aumento in Afghanistan, bambini reclutati dai narcotrafficanti

Nella provincia dell’Herat la coltivazione di papavero da oppio è cresciuta in modo significativo. A pagarne le conseguenze sono i poveri e molti bambini, a trarne vantaggio talebani e narcotrafficanti.

Kabul (AsiaNews) - Nella provincia afghana dell’Herat, i narcotrafficanti reclutano sempre più bambini per coltivare e contrabbandare oppio. Secondo l’“Afghanistan Opium Survey” – uno studio condotto dal Ministero afghano per la lotta contro il narcotraffico e l’Ufficio Onu per il controllo della droga e la prevenzione del crimine (Unodc) – la produzione di papaveri da oppio è aumentata del 43% rispetto all’anno scorso (da 3300 tonnellate nel 2015 a 4800 nel 2016). Nell’ultimo anno, anche il numero di terreni coltivati è aumentato del 10% (da 183mila ettari nel 2015 a 201mila nel 2016). In Afghanistan, circa l’11% della popolazione ha problemi di dipendenza da oppiacei e il flusso di rifugiati di ritorno dal vicino Iran – Paese dall’alta percentuale di tossicodipendenti – alimenta il problema ... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Aleppo: attaccato ospedale mobile russo allestito per i civili

Un ospedale mobile russo, portato ad Aleppo per soccorrere i civili ed attrezzato per pediatria ed ostetricia è stato completamente distrutto dai ribelli jihadisti. Un medico e una operatrice sanitaria sono morti ed un ferito è grave.

                                             di Patrizio Ricci

I terroristi di al Nusra ed i loro alleati ancora nell’enclave, hanno lanciato sull’ospedale 9 razzi che hanno colpito con precisione l’ospedale russo. L'estrema precisione dei colpi, fa pensare che l’attacco sia stato mirato e  premeditato. Il centro sanitario era dotato di dispensario, un reparto terapeutico speciale per i bambini... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Cnr 'progetto Archaide' per l'archeologia

Progettazione di nuove metodologie ed algoritmi per descrivere la forma delle diverse tipologie di anfore e ceramiche.

Cnr - Il progetto prevede la creazione e lo sviluppo di una piattaforma informatica grazie alla quale il tablet e lo smartphone diventano uno strumento di lavoro fondamentale per l’archeologo che può fotografare il frammento, inviare le coordinate a un grande archivio, attivare il sistema di riconoscimento automatico dell’oggetto, ottenere una risposta con tutte le informazioni utili collegate e, infine, archiviare i dati del singolo reperto su un database, che permette di condividere on-line ogni nuova scoperta.
 L’archeologia, grazie alla tecnologia e al web, diventerà parte attiva di una nuova visione del sapere, condiviso e accessibile a tutti ... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Derby Lazio - Roma, le scuse di Lulic via social

A distanza di 16 ore dalla partita, Senad Lulic ha espresso sul suo profilo Facebook le scuse ufficiali per quanto accaduto nel post-derby con Rüdiger.

"A mente fredda mi rendo conto di aver risposto ad una provocazione con un'altra provocazione. Provengo da un Paese che conosce le tragedie causate da pregiudizi etnici. Per questo mi dispiace di essermi fatto prendere dalla tensione del dopo derby". Lo scrive il laziale Lulic su facebook all'indomani delle sue frasi razziste su Rudiger dopo il derby perso con la Roma. Lulic ce l'aveva con il difensore della Roma, Antonio Rüdiger, nato a Berlino ma originario della Sierra Leone... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Lo yoga diventa patrimonio dell'umanità

Aggiornata la lista dei Patrimoni orali ed immateriali dell'umanità.

Informa Salus - Lo yoga, una delle più antiche pratiche dell'India, si aggiunge alla lista dei Patrimoni orali ed immateriali dell'umanità grazie ad una decisione presa all'unanimità dai 24 membri di uno specifico Comitato intergovernativo dell'Unesco riunitosi per la sua 11/a sessione ad Addis Abeba, in Etiopia, dal 28 novembre al 2 dicembre... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Trump in rotta di collisione con Cina, insultata più volte

Insultando la Cina due volte nello spazio di 72 ore, il presidente eletto Donald Trump è in rotta di collisione con la potenza asiatica. Trump ha toccato nervi sensibili per Pechino: la svalutazione dello yuan e le isole contese nel Mar Cinese Meridionale.

di Daniele Chicca

(WSI) - Tutto è cominciato venerdì, quando il magnate immobiliare ha accettato di ricevere una telefonata di congratulazioni dal presidente di Taiwan Tsai Ing-wen, in una mossa di rottura rispetto agli ultimi quattro decenni di politica estera degli Stati Uniti. La conversazione di 10 minuti con il leader dell’isola a statuto speciale cinese è stata la prima di un capo di Stato americano dal 1979, quando Washington ha iniziato ad avvallare la politica di “una sola Cina”, che include anche i territori di Taiwan, Hong Kong e Macau. Dopo la telefonata Trump ha inviato un tweet polemico: “Il presidente di Taiwan mi ha chiamato per congratularsi sulla vittoria alle elezioni presidenziali. Grazie!”... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Padoan, Grasso e persino Prodi: chi sarà futuro premier?

Sono quattro le opzioni principali per la scelta del nuovo traghettatore. 

WSI - Sono quattro le opzioni principali per la scelta del nuovo traghettatore, il primo ministro di un governo di transizione che servirà soprattutto a cambiare la legge elettorale, assicurarsi che la legge di Stabilità passi lo scoglio del Senato, e forse andare al voto anticipato nel 2017, un anno prima del termine naturale della legislatura... (continua)
lunedì, dicembre 05, 2016

Referendum costituzionale. Vince il No. Renzi al Quirinale

Referendum costituzionale. Netta vittoria del No con quasi il 60%. 

Il premier Renzi salirà nel pomeriggio al Quirinale per rassegnare le dimissioni. Ieri commosso ha ribadito di non avere alcun "Nessun rimorso". Alle urne sono andati 31.997.916 elettori pari al 68,48% degli aventi diritto. Massimiliano Menichetti: ascolta

Radio Vaticana - Bocciata dal 60% degli italiani la riforma della Costituzione voluta dal premier Renzi che questa oggi pomeriggio salirà al Quirinale per rimettere nelle mani del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il suo mandato. Ieri il primo ministro, in conferenza stampa, visibilmente commosso, ha ammesso la sconfitta politica: "Ho perso e a saltare è la mia poltrona.L'esperienza del governo – ha detto Renzi - è finita e nel pomeriggio salgo al Colle per dimettermi". Alta l’affluenza alle urne per il referendum che voleva modificare la Carta Fondamentale: più del 68% degli italiani è andato al seggio elettorale, in pratica sette aventi diritto su dieci, di questi, sei su dieci hanno detto “no” ... (continua)
domenica, dicembre 04, 2016

Kerry presenta una proposta per Aleppo in linea con quella di Mosca

Il ministro degli esteri russo Lavrov e il suo omologo americano Kerry, si sono visti a margine del Forum ‘Rome Med Dialogues 2016’ che si è chiuso oggi a Roma. L’incontro dei due diplomatici, realizzato a margine dell'evento, è durato oltre un’ora.

di Patrizio Ricci

Durante il meeting, il nostro ministro degli esteri Gentiloni ha replicato le sue note posizioni che sono allineate con quelle americane di un mese fa. Quelle di Washington però, a differenza di quelle italiane, dal giorno dell’elezione di Trump in poi, sono progressivamente cambiate
A differenza della posizione italiana, tra gli Stati Uniti e la Russia si è addivenuto ad una intesa... (continua)
venerdì, dicembre 02, 2016

La Chiesa avrà presto 24 nuovi Beati

Il Papa ha firmato i decreti relativi alle diverse cause canoniche. Tra i «venerabili» c’è anche l’italiano Guglielmo Massaja.

Vatican Insider - La Chiesa presto potrà venerare 24 nuovi beati: molti religiosi, qualche laico e quasi tutti martiri.
Tra i futuri beati c’è anche l’italiano Giovanni Schiavo (1903-1967), sacerdote e fondatore della Congregazione di San Giuseppe. Il Papa nella udienza concessa ieri al prefetto della Congregazione per le cause dei santi, Angelo Amato, ha firmato i decreti relativi alle diverse cause canoniche... (continua)
venerdì, dicembre 02, 2016

Francia, Hollande non si ricandida alle presidenziali

Colpo di scena ieri in Francia. Il presidente Francois Hollande ha annunciato ieri sera in diretta tv dall'Eliseo che non si ripresenterà candidato per un secondo mandato. Alessandro Guarasci:

Radio Vaticana - La decisione di Francois Hollande è senza precedenti.
Dunque rinuncia a correre per un secondo mandato all'Eliseo, annunciando quello che mai nessun presidente della Quinta repubblica aveva fatto prima di lui. Intestardirsi, di fronte al pesante calo di popolarità "sarebbe stato rischioso", ha detto... (continua)
venerdì, dicembre 02, 2016

Incidente alla raffineria di Sannazzaro de Burgondi.

Legambiente: «Assurdo che l’emergenza sia classificata come problema interno allo stabilimento»

GreenReport - L’incendio scoppiato il primo dicembre nella raffineria Eni di Sannazzaro de’ Burgondi” (Pavia) non è un fulmine a ciel sereno per gli ambientalisti: «L’impianto esploso, a quanto risulta, costituisce una sezione terminale della raffineria preposta alla lavorazione e alla pirolisi dei residui della raffinazione: una sezione che ha sempre avuto grossi problemi», spiega Legambiente Lombardia. Nel ... (continua)
venerdì, dicembre 02, 2016

Mps, si avvicina il giorno X

Lunedì si conoscerà risultato del piano di conversione dei bond e della caccia dell'AD Morelli agli investitori. Padoan: facciamo il possibile per le banche, alzando la voce dietro le quinte.

WSI - Tra domenica e lunedì Mps conoscerà il suo futuro. Secondo quanto riportato dall’agenzia stampa Radiocor, il giorno successivo al referendum costituzionale sarà convocato il Cda della banca. All’ordine del giorno ci sarà il risultato della conversione volontaria dei bond subordinati che si conclude oggi. Lunedì mattina il ... (continua)
venerdì, dicembre 02, 2016

Aleppo, l’esercito governativo avanza nei quartieri ribelli. Il dramma dei civili in fuga

Nelle ultime 24 ore almeno 4mila persone hanno abbandonato il settore orientale. Usati come scudi umani, raccontano storie di distruzione, macerie e fame sotto gli integralisti islamici. Aleppo è la città “martire per eccellenza” del conflitto. Colpite per la prima volta le truppe turche in territorio siriano.

 AsiaNews - Nelle ultime 24 ore almeno 4mila civili sono fuggiti da Aleppo est in direzione ovest, nel settore occidentale sotto il controllo del governo. E tutti raccontano le stesse storie, che nessun orecchio umano vorrebbe mai sentire. Sono storie di distruzione, macerie, fame, carenza di medicinali, terrore e divieto assoluto da parte degli integralisti islamici di uscire, per poter fuggire o anche solo di mettersi al riparo. ... (continua)
giovedì, dicembre 01, 2016

Bergoglio: mettere fine alla schiavitù dei bambini-soldato

La denuncia di papa Francesco nel videomessaggio per l’«Intenzione di preghiera» del mese di dicembre

Vatican Insider - «In questo mondo, che ha sviluppato le tecnologie più sofisticate, si vendono armi che finiscono nelle mani dei bambini-soldato». 
È la denuncia di papa Francesco, levata nel videomessaggio per l’«Intenzione di preghiera» del mese di dicembre. Il Papa ribadisce l’urgenza di «fare tutto il possibile perché la dignità dei bambini sia rispettata e porre fine a questa forma di schiavitù». Quindi, riferisce la Radio Vaticana, si rivolge a tutte le persone di buona volontà:
«Chiunque tu sia - afferma il Papa - se sei commosso come me, ti chiedo di unirti a questa intenzione di preghiera: ... (continua)
giovedì, dicembre 01, 2016

India, banche assediate e staff picchiato: non ci sono più contanti

La campagna di lotta ai contanti delle autorità indiane non sta andando come previsto. 

di Daniele Chicca

WSI - Dire che non sta filando liscio sarebbe un eufemismo. Dopo che il governo ha rottamato le banconote di taglio medio, che rappresentavano l’86% circa del cash a disposizione dei cittadini indiani, si sono iniziate a formare file infinite agli sportelli del bancomat ed è sempre più difficile prelevare e trovare contanti in circolazione ... (continua)
giovedì, dicembre 01, 2016

Sant'Egidio: Colosseo e 2 mila città del mondo contro la pena di morte

Oltre 2 milla città hanno illuminato ieri sera, assieme al Colosseo di Roma, un proprio monumento in segno di adesione all'iniziativa "Cities for life", promossa annualmente dalla Comunità di Sant'Egidio per chiedere l'abolizione della pena di morte nel mondo.

Radio Vaticana - (ndr. evento di ieri, 30 dicembre).  Durante la serata a Roma, che sarà condotta da Luca Barbarossa, verranno lette testimonianze dal braccio della morte tra cui quella di Susan Kigula, ex detenuta che oggi combatte per l'abolizione della pena di morte in Uganda. Francesco Gnagni ne ha parlato con Carlo Santoro, responsabile per gli Stati Uniti della Comunità di Sant'Egidio: ascolta

R. – Il 30 novembre di ogni anno - e ormai da molti anni - ricordiamo il primo anniversario dell’abolizione della pena di morte in uno Stato europeo... (continua)
giovedì, dicembre 01, 2016

Aleppo: la bambina dei tweet

I ‘caschi bianchi’, dopo la storia della bambina salvata tre volte, si sono un pò 'bruciati' negli ultimi tempi ma a quanto pare, gli addetti alla pubblicità sono corsi ai ripari. La diversificazione è l’anima del commercio, anche se trafficare con questa ‘merce’ e cercare di far leva sui cuori ‘a fin di guerra’ è una cosa molto meschina.

                                              di Patrizio Ricci

Comunque, dopo la bambina salvata molte volte dai white helmets, (forse per penuria di controfigure o per poca fantasia), il nuovo prodotto editoriale dei ‘ribelli’ o meglio dell’Aleppo Media Center (AMC) è Bana, la bambina di Aleppo di 7 anni che scrive su twitter: sa usare internet, sa scrivere bene in inglese, contare fino a 140 caratteri, toccare i cuori ‘sensibili’.... (continua)
mercoledì, novembre 30, 2016

Renzi: no a un governo tecnico. Grazie Prodi

Sul voto referendario, Prodi si schiera: ho dovere di rendere pubblico il mio Sì. 
 
Renzi ringrazia Prodi per il suo SI, perché «riconosce le esigenze del Paese». "Io vorrei che da lunedì non ci fosse un governo tecnico, ma se gli italiani non vogliono le riforme bisogna prenderne atto". Così il premier Renzi ad una iniziativa per il Sì ad Ancona. Poi sottolinea: "Tutti erano per il superamento del bicameralismo, se qualcuno ha cambiato idea è perché non è coerente". E aggiunge: "Fatemi dire grazie a Prodi che voterà Sì, pur non condividendo tutto ma riconoscendo che c'è un' esigenza del Paese". Infine ironizza:per Berlusconi "sono un dittatore i giorni pari e uno statista in quelli dispari"... (continua)
mercoledì, novembre 30, 2016

Berlusconi: con il Sì sarebbe in pericolo la democrazia

Silvio Berlusconi continua a portare avanti la propria campagna elettorale per il No al referendum costituzionale.

"Voteremo un deciso e responsabile No alla riforma del governo Renzi che divide l'Italia in due,che non porterebbe alcun cambiamento utile agli italiani, ma che potrebbe addirittura consegnare tutti i poteri a un solo uomo e a un solo partito. Non saremmo più in una democrazia". Così in un video pubblicato su Facebook il presidente di Forza Italia, Berlusconi. "Non diciamo no per lasciare le cose come stanno", aggiunge, "diciamo No per poter cominciare tutti insieme il percorso per una vera e diversa riforma". Clicca qui per vedere il video... (continua)
mercoledì, novembre 30, 2016

Libia, Putin vuole costruire base militare vicino alle coste della Sicilia

Quando domenica scorsa il Generale libico Khalifa Haftar è arrivato a Mosca, su pressione degli Emirati Arabi Uniti, sapeva che avrebbe ricevuto una proposta di collaborazione in campo militare. Ma la richiesta che gli ha fatto l’esercito russo deve averlo, almeno di prima battuta, sorpreso: il Cremlino vuole costruire una base militare in Libia, vicina alle coste della Sicilia. Si tratterebbe della prima base militare russa nel Nord Africa. 

di Daniele Chicca

WSI - Secondo le fonti di intelligence citate da DEBKAfile, il presidente Vladimir Putin potrebbe costruire una seconda base nel Mar Mediterraneo, sulle coste di Bengasi, dopo quella permanente dell’aeronautica militare russa presente a Laodicea, in Siria (la base Hmeymim). Sempre in Siria il porto della logistica a Tartus diventerà una base navale completa a disposizione della Russia. La nuova base russa in Libia ospiterà invece unità sia navali sia aeree, che si troveranno dunque a soli 700 chilometri dall’Europa... (continua)
mercoledì, novembre 30, 2016

Cuba: continuano le cerimonie di addio a Fidel Castro

L’Avana sta dando l’addio a Fidel Castro.

Radio Vaticana - Migliaia le persone alla cerimonia a Plaza de la Rivolucion che si sono stretti attorno al presidente e fratello del lider maximo, Raul, che ha ringraziato il popolo cubano e il mondo per la solidarietà e il rispetto. Il servizio dj Francesca Sabatinelli: ascolta

Le sue parole risuonano ancora in questa piazza. Raul così ricorda il Fratello Fidel, lo fa da Plaza de la Revolucion, davanti a migliaia di persone che tributano un’ovazione al presidente che a sua volta ringrazia per la solidarietà e il rispetto arrivati da tutto il mondo. Sul palco si alternano i leader arrivati all’Avana per rendere omaggio a Castro, c’è il presidente del sudafrica Zuma, il premier greco Tsipras... (continua)
mercoledì, novembre 30, 2016

Aids, Papa Francesco: milioni i malati ma "solo la metà di essi ha accesso alle cure"

Dall'Udienza generale del mercoledì, il Papa lancia un appello alla vigilia della Giornata mondiale contro l'Aids.

di Dario Cataldo

Le iniquità di una società che cerca il profitto piuttosto che il bene collettivo sono un cavallo di battaglia di Papa Francesco, il quale non perde occasione per sollecitare un'inversione di tendenza. Durante la consueta Udienza del mercoledì, alla vigilia della Giornata mondiale contro l'Aids, è chiaro l'invito alla riflessione... (continua)


___________________________________________________________________________________________
Testata giornalistica iscritta al n. 5/11 del Registro della Stampa del Tribunale di Pisa
Proprietario ed Editore: Fabio Gioffrè
Sede della Direzione: via Socci 15, Pisa